Droghe sintetiche per 30.000 euro sequestrate all’aeroporto di Bologna


Nei giorni scorsi i finanzieri del I Gruppo Bologna, unitamente ai funzionari dell’Agenzia delle Dogane – S.O.T. Aeroporto di Bologna hanno tratto in arresto un trentaseienne italiano in  arrivo dall’Olanda, trovato in possesso di 1000 francobolli di LSD (acido lisergico con potenti  effetti allucinogeni) e 1.400 gr. circa di MDMA (meglio nota come extasy) – pericolosissima droga sintetica molto di moda tra i giovani frequentatori di locali da divertimento.

Lo stupefacente – che era stato occultato nel bagaglio a seguito del passeggero, tra gli effetti personali, all’interno di due barattoli in plastica, nella speranza di riuscire ad eludere i controlli – se immesso sul mercato avrebbe reso al dettaglio più di trentamila euro.

L’ingente quantitativo rinvenuto è stato di conseguenza sequestrato e l’uomo tratto
in arresto per traffico di sostanze stupefacenti e associato alla casa circondariale di Bologna
a disposizione dell’Autorità Giudiziaria felsinea.
Tale operazione di servizio si inserisce nel quadro della quotidiana ed articolata attività di
prevenzione e contrasto al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti predisposte su
precise direttive e indicazioni, dal Comando Provinciale di Bologna.