Droga nascosta nel comodino, pusher arrestato a Reggio Emilia


Ieri pomeriggio, i Carabinieri di Reggio Emilia, durante un servizio finalizzato alla prevenzione dei reati di spaccio di stupefacenti, hanno notato un giovane – reggiano di origini albanesi che i Carabinieri della Sezione Operativa del N.O.R.M. di Reggio Emilia controllavano da qualche tempo – aggirarsi con fare sospetto nei pressi di un esercizio pubblico di via Brigata Reggio.

Gli uomini dell’Arma, subito intervenuti, dopo averlo identificato hanno accertato come lo stesso avesse indosso denaro contante del circa 450 euro, del quale non è stato in grado di giustificarne la legittima provenienza, oltre a due telefoni cellulari ed un mazzo di chiavi. È stato il successivo controllo eseguito nell’abitazione occupata dall’albanese a dare concretezza ai sospetti dei Carabinieri.

Nel suo appartamento, infatti, sono stati rinvenuti circa 26 grammi di cocaina, già suddivisi in dosi e pronti ad essere immessi sul mercato, che l’uomo aveva nascosto in un cassetto del comodino della sua camera da letto. Attesa la flagranza del reato ai Carabinieri non è rimasto altro che accompagnare il giovane in caserma ove, ultimate le formalità di rito, è stato dichiarato in arresto con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria reggiana in attesa del giudizio direttissimo.