Incendio sede Municipale Mirandola: carcere per il giovane arrestato


Resta in carcere il giovane presunto responsabile dell’incendio che ha distrutto il comando della polizia municipale di Mirandola, provocando la morte di due anziane che abitavano in un appartamento sovrastante. Il gip ha disposto per il ragazzo, pare diciottenne originario del Marocco, la custodia cautelare in carcere, convalidando l’arresto. Il giovane si è avvalso della facoltà di non rispondere.
La difesa del giovane aveva sollevato una eccezione di incompetenza, respinta dal Gip, sostenendo che il suo assistito potrebbe essere effettivamente minorenne, come dichiarato dal diretto interessato, e per questo il caso sarebbe dovuto essere trattato dalla Procura dei minori. La Procura di Modena chiederà una consulenza psichiatrica.

(fonte: Ansa)