Una camminata sul percorso dei partigiani che nel 1945 liberarono Reggio Emilia




Mercoledì 24 aprile si conclude l’edizione dell’aprile 2018 dei Sentieri Partigiani di Istoreco, l’iniziativa escursionista che porta visitatori stranieri sulle tracce dei luoghi della Resistenza in Appennino.

L’ultima tappa è come da tradizione quella del 24 aprile, con la riproposizione del percorso il cammino fatto realmente dalle squadre partigiane nella giornata del 24 aprile 1945: quel giorno, le varie brigate entrarono in città e “liberarono” Reggio con una giornata di anticipo rispetto all’arrivo delle truppe alleate che avanzano a gran ritmo dall’Adriatico.

Questa giornata è a libera partecipazione, chiunque può aggregarsi alla camminata anche nelle varie soste. Il ritrovo è alle 10.30 al parco Paride Allegri di Vezzano. Da lì si proseguirà a piedi sino a Botteghe di Albinea e poi, dopo una sosta per il pranzo al sacco, si riprenderà la marcia lungo i sentieri che portano a Reggio passando per Canali e per via Tassoni. Alle 15,30 proprio in via Tassoni ci sarà una sosta al cippo che ricorda alcuni caduti del 24 aprile, seguita poche centinaia di metri dopo dalla visita alla mostra sul prete partigiano Don Pasquino Borghi, ospitata nella parrocchia di San Pellegrino, nella prima sede reggiana del Cln, il Comitato di Liberazione Nazionale.

Il programma prevede poi l’entrata in città, dalla zona di San Pellegrino, sino ad arrivare in centro passando per viale Umberto. L’ultima tappa, alle 17, è in piazza Martiri del 7 Luglio, per un omaggio floreale al monumento dedicato ai partigiani.

L’ultimo momento condiviso si vivrà alle 18 nella sede di Istoreco in via Dante 11, ai chiostri di San Domenico, con l’aperitivo e la cena.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013