I funzionari dell’Agenzia delle Dogane – S.O.T. Aeroporto di Bologna e i finanzieri del I Gruppo Bologna, hanno proceduto congiuntamente al sequestro, nei giorni scorsi, presso l’Aeroporto Marconi, di 1650 grammi di caviale di storione appartenente alla famiglia
“acipenseridae” e 5 coralli appartenenti all’ordine “scleractinia”, specie rientranti nell’Allegato “B” del Reg. CEE n. 338/97 e succ. mod. e int.


I coralli ed il caviale, sprovvisti della necessaria documentazione, ovvero del regolare certificato d’importazione CITES e delle etichette identificative, erano stati abilmente occultati tra gli effetti personali dei bagagli al seguito di due passeggeri di nazionalità italiana e russa provenienti rispettivamente da Cuba e da Mosca.
Ai trasgressori è stata applicata la sanzione pecuniaria di €. 5.000,00.
Le Autorità aeroportuali, preposte al controllo negli spazi doganali, attribuiscono grande importanza all’attività di contrasto sul commercio di specie protette e di specie tutelate ai sensi del D.Lgs. 177/2016, attuando controlli quotidiani nei confronti di passeggeri e merci in arrivo e in uscita dallo scalo bolognese. Dal 1° Gennaio 2017 la Guardia di Finanza è la forza di polizia deputata ai controlli sul commercio di specie protette e al contrasto di specie
tutelate negli spazi doganali in materia C.I.T.E.S.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013