Un fine settimana ricco di appuntamenti alla biblioteca Panizzi di Reggio Emilia


Un weekend ricco di eventi in Biblioteca Panizzi: ben tre gli appuntamenti con gli approfondimenti rivolti al pubblico degli adulti e proposti questa settimana dalla biblioteca di via Farini. Si parte venerdì 8 febbraio, alle 17.30, con il terzo incontro della rassegna Planisfero: l’edizione 2019 della Settimana darziana porterà nella suggestiva Sala del Planisfero, un altro evento a cura di Associazione Per D’Arzo, in collaborazione con la casa editrice Consulta librieprogetti. Il ricordo di Luciano Serra, amico di Silvio D’Arzo nonché suo principale studioso e conoscitore, sarà l’occasione per presentare il quarto volume della collana “Allaluna”. Nel corso dell’evento “Luciano Serra, poesie. Inediti e prime stesure” interverranno Giorgio Vioni, autore del nuovo volume della collana, e Elisa Pellacani (Consulta librieprogetti); ad accompagnarli, le letture di Auro Franzoni e la fisarmonica del maestro Paolo Gandolfi. Un viaggio nella memoria di un’amicizia che ha unito Vioni al poeta reggiano negli anni di docenza al Liceo Magistrale “Matilde di Canossa”, ma anche un momento dedicato a rivivere e capire alcuni affascinanti passi dello scrivere poetico – anche il lingua dialettale – di Serra.

Il calendario prosegue sabato 9 febbraio in Sala Reggio con l’evento Sfruttazero, i ribelli dell’oro rosso – Storia di un progetto contro la mafia e il caporalato: alle 16.30, la sala al piano terra della biblioteca ospiterà la presentazione di Sfruttazero, progetto nato con l’obiettivo di combattere contro la precarietà e il caporalato, per realizzare un’agricoltura rispettosa delle persone e della natura, un prodotto buono, genuino ed etico, un simbolo di riscatto e speranza in un futuro migliore. Con Sfruttazero il pomodoro, simbolo dello sfruttamento, è coltivato e trasformato in salsa da contadini, braccianti, migranti e non, a cui sono garantite giuste condizioni di lavoro e di retribuzione; una produzione in cui non c’è spazio per l’alienazione, i caporali o l’utilizzo di prodotti chimici. Il progetto è realizzato da Diritti a Sud, una comunità nata nel tentativo di aiutare chi si trova a vivere in condizioni di disagio, creando una rete di relazioni stabili e di rapporti umani autentici al di là delle differenze di nazionalità o di condizione sociale. L’evento è organizzato da Comitato Esodati di Reggio Emilia.

La settimana si conclude domenica 10 febbraio: il nuovo appuntamento con la rassegna inSalaReggio sarà dedicato alla forte e affascinante figura di Matilde di Canossa. Alle 11.00, nella sala al piano terra della Biblioteca Panizzi, saranno presentati gli studi dedicati alla nota contessa e raccolti nel volume L’eredità di Matilde nei territori della bassa pianura (E. Lui editore, Reggiolo 2018): 15 relazioni, 15 saggi storici discussi durante i 2 Convegni Internazionali tenutisi a Reggiolo il 4 luglio e il 24 ottobre del 2015 (in occasione del IX Centenario dalla morte di Matilde). Vari gli argomenti e i temi affrontati, tra i quali il saggio redatto dallo storico reggiolese Franco Canova, curatore degli Atti: una ricerca per analizzare le vicende che, dopo la morte della Contessa nel 1115, hanno coinvolto il territorio del Destra Po, denominato Regona Padi e comprensivo dei paesi di Gonzaga, Pegognaga e i due Bondeni (di Ròncore e di Arduino, fra Reggiolo e Gonzaga), nonché le limitrofe Suzzara e Reggiolo. La documentazione ha consentito di mettere in luce le vicende in quest’area dopo la scomparsa di Matilde. All’evento ospitato dalla biblioteca saranno presenti: Franco Canova, autore di molti saggi e libri storici, Clementina Santi e il vice-sindaco di Reggiolo Franco Albinelli.

L’ingresso agli eventi è libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili, e gratuito. Per visionare il programma completo e per ulteriori informazioni consultate il sito www.bibliotecapanizzi.it