Legalità, Sant’Ilario: incontro con Rosaria Cascio e le sue allieve


Una serata per parlare delle energie, dell’opportunità e delle problematiche dei giovani. Viste però dal punto di vista dei giovani stessi, delle loro parole, dei loro pensieri, della loro esperienza quotidiana. Al Centro Mavarta l’8 febbraio (ore 21.00) saranno ospiti alcune studentesse di Palermo insieme all’insegnante e scrittrice Rosaria Cascio.

Sono ragazze normali, ma anche “speciali”: con Rosaria fanno diverse esperienze (tra cui quella di giornaliste) e hanno imparato a districarsi tra le tematiche più diverse come anoressia, bullismo e, soprattutto, cultura della legalità. Una scelta che, in una dimensione come quella siciliana, ha un valore particolare. Ma che può insegnare tanto anche a tante altre situazioni e a chi “vive” i temi dell’educazione: insegnanti, operatori, ma anche genitori e amministratori.
Un approccio che per Rosaria Cascio è inestricabilmente legato alla figura di Don Pino Puglisi, di cui in gioventù era stata “discepola” collaboratrice. Sulla sua figura ha scritto numerosi articoli, per libri e riviste, concentrandosi particolarmente sul metodo educativo. Ha pubblicato, con Francesco Palazzo e Augusto Cavadi, “Beato fra i mafiosi. Don Puglisi: storia, metodo, teologia” (2013) e “P.G. Puglisi. Sì, ma verso dove? Identikit di un beato animatore vocazionale” (2015). La sua ultima fatica letteraria, uscita lo scorso autunno, è una biografia del sacerdote ucciso dalla mafia nel 1993, con la prefazione di Francesco Montenegro, creato cardinale nel 2015 da papa Francesco e dal 2008 arcivescovo di Agrigento: un’accurata descrizione della parrocchia palermitana di Brancaccio, una nicchia di legalità in un contesto costituito da ambienti politici largamente inquinati, settori della società civile degradati, amministratori fortemente collusi, esercenti condizionati.
Per Sant’Ilario l’incontro con Cascio e le sue studentesse è ormai un’abitudine, ricca e preziosa. Da diversi anni Rosaria è giunta sul territorio grazie alla collaborazione con l’associazione Caracò di Bologna che, insieme all’Amministrazione Comunale realizza il progetto “Legalità & Democrazia”. Una serie di attività (laboratori con le scuole) e incontri pubblici che, negli anni, hanno affrontato i temi dell’infiltrazione e della violenza mafiosa, della creazione di una cultura della legalità e del rispetto delle regole, del ricordo delle vittime della criminalità e di coloro che l’hanno combattuta con coraggio pagando in prima persona.
Info: Centro Culturale Mavarta, via Piave 2, Sant’Ilario d’Enza (RE). Tel. 0522 672154 – www.mavarta.it

Venerdì 8 febbraio
Centro Culturale Mavarta, ore 21.00
Dal modello alla pratica educativa – L’eredità di Don Puglisi
nel racconto di Rosaria Cascio e delle sue allieve di Palermo
con il saluto del sindaco Marcello Moretti