Donato alla casa per anziani di Cavezzo un impianto di amplificazione


Durante le festività natalizie l’Associazione Volontari Ospedalieri di Mirandola ha donato un impianto di amplificazione alla casa residenza per anziani Villa Rosati di Cavezzo. L’idea era stata proposta da alcuni volontari che da tempo collaborano con il personale socio-sanitario della struttura nelle attività organizzate per gli ospiti di Villa Rosati. Il consiglio direttivo di AVO di Mirandola ha approvato il progetto, finanziando l’acquisto di casse e microfono. L’attrezzatura è stata consegnata nel corso di una cerimonia che ha visto la presenza del direttore di Villa Rosati Michele Delle Noci, di Giulia Gemelli, presidente AVO Mirandola, della volontaria di AVO Mirandola Cristina Grillenzoni e del Sindaco di Cavezzo Lisa Luppi. Scopo della donazione era fornire alla struttura uno strumento utile a migliorare la qualità audio di alcune delle attività organizzate dal personale per intrattenere gli ospiti.

La donazione si aggiunge ad una serie di progetti concordati tra Villa Rosati ed i volontari di AVO, iniziati anni fa grazie all’iniziativa di Cristina Grillenzoni, che ebbe l’idea di formare un gruppo di volontari che collaborassero con il personale della casa residenza per offrire agli ospiti sostegno ed attenzioni. AVO Mirandola sposò questo proposito e, dopo la firma di una convenzione e la partecipazione a corsi di formazione, nel marzo del 2017 cinque volontarie AVO iniziavano ad offrire gratuitamente il loro sostegno a malati ed anziani della struttura.

Letture, giochi, coinvolgimento in spettacoli e passeggiate al di fuori della sede sono alcune delle attività che vedono coinvolte le volontarie di AVO.

“Nel 2017 è iniziata anche la nostra cooperazione con l’associazione Cavezzo Solidale – spiega Cristina Grillenzoni – Abbiamo così partecipato alla Festa del Volontariato di Cavezzo, condividendo il nostro stand con Avis Cavezzo e distribuendo i pasti in occasione della manifestazione.

Abbiamo inoltre svolto attività di comunicazione rispetto alle iniziative di Cavezzo Solidale e partecipato alle riunioni di programmazione, bilancio e progetti per il futuro. E’ una collaborazione che vogliamo portare avanti, coinvolgendo anche Michele Delle Noci, interessato a partecipare alle attività a beneficio degli ospiti di Villa Rosati.

Desideriamo invitare tutte le persone di buona volontà a partecipare ai corsi di formazione gratuiti per diventare volontari AVO. Auspichiamo inoltre una più stretta collaborazione con i bambini delle elementari: la loro presenza riempie di gioia le giornate degli anziani”.