Altre novità nel programma di Biografilm Festival – International Celebration of Lives 2017


Annunciati quattro imperdibili titoli italiani che vanno ad arricchire il programma di questa tredicesima edizione del festival che ogni anno porta in sala il meglio del cinema biografico e documentario internazionale.

In concorso a Biografilm Italia, la sezione competitiva di Biografilm Festival interamente dedicata al documentario di produzione italiana, I AM NOT ALONE ANYWAY, opera prima della giovane ed eclettica regista Veronica Santi, presentata in anteprima mondiale. La storia è ben nota alle cronache bolognesi e ne ha fatto tristemente la storia, ma rimane cristallizzata nel tempo e ricca di mistero: I AM NOT ALONE ANYWAY racconta le vicende di Francesca Alinovi, ricercatrice del DAMS uccisa a Bologna nel 1983. Una storia inquietante ed estremamente attuale, che prende luogo nella Bologna post-anni ’70, affascinante e morbosa, proprio come morbosi sappiamo essere i fatti del “caso Alinovi”. Tuttavia, il racconto che la Santi decide di fare non si sofferma a indagare la morte della ricercatrice e critica d’arte, quanto piuttosto la vita, la produzione artistica e la personalità travolgente che ha caratterizzato e reso celebre in tutto il mondo la giovane donna tragicamente uccisa nel capoluogo emiliano.

Sarà poi presentato sempre in anteprima mondiale e in concorso Biografilm Italia il documentario di Loredana Bianconi, OLTREMARE, racconto sulle colonie fasciste in Africa, “terra promessa” che avrebbe dovuto rafforzare le conquiste del regime in Africa, un sogno destinato a fallire miseramente. A pagare il prezzo più caro furono gli italiani emigranti che, spinti dalla fame e dalla povertà, lavorarono per accaparrarsi il proprio “posto al sole” per poi veder crollare le proprie poche certezze. Il film intreccia i drammatici eventi della nostra Storia nazionale ai piccoli grandi eventi personali e familiari: l’epopea di queste persone ci è svelata dalle parole, dalle memorie e delle immagini che la regista rinviene in casa di suo zio, anch’egli al tempo partito verso l’“oltremare”.

Per la sezione Biografilm Music, dedicata ai documentari e ai biopic italiani e internazionali a tema musicale, è annunciato ALAIN DANIELOU: IL LABIRINTO DI UNA VITA di Riccardo Biadene, biopic sulla rivoluzionaria figura del grande storico, orientalista e musicologo francese che portò la cultura indiana in Occidente e sul suo viaggio, fisico e spirituale, che lo condurrà fino alle rive del Gange. Il film ha debuttato al festival svizzero Vision Du Réel e sarà presentato in anteprima italiana alla tredicesima edizione di Biografilm Festival.

Per Storie Italiane, sezione dedicata a volti e storie importanti del panorama culturale italiano, Biografilm propone l’anteprima mondiale di CHIAMATEMI DIVINA – DORIAN GRAY, STORIA DI UN’ATTRICE DIMENTICATA di Franco Delli Guanti e Ludovico Maillet, un viaggio alla scoperta della diva Maria Luisa Mangini, star del dopoguerra, che dal teatro approda al cinema con Fellini e Antonioni, affiancando sulla scena i più grandi nomi del cinema italiano ma di cui, al giorno d’oggi, non si ha quasi più memoria, dopo il ritiro dalle scene della donna e il suo trasferimento in Trentino. Una storia misteriosa e delicata, la cui trama si dipana tra le testimonianze dei colleghi e degli ammiratori e le immagini d’epoca.

(nell’immagine Francesca Alinovi dall’archivio di famiglia)