Prima importuna delle ragazze poi manda in ospedale 3 carabinieri: arrestato a Reggio Emilia


Sono stati momenti altamente concitati quelli che hanno visto un ragazzo importunare ed offendere alcune ragazze uscite da una discoteca del paese e poi aggredire con violenza i carabinieri. La vicenda ha visto il giovane, un 27enne disoccupato di Fiorano Modenese, finire in manette con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e rifiuto dell’accertamento sullo stato d’ebbrezza. Le conseguenze dell’illecita condotta hanno visto 3 carabinieri finire in ospedale e importanti danneggiamenti all’illuminazione pubblica.

E’ accaduto poco dopo le 3,00 di oggi quando i carabinieri di Rubiera sono intervenuti lungo via Emilia Ovest per la presenza di un giovane che importunava delle ragazze. Una volta identificate le parti e informate le ragazze della possibilità di denunciare i fatti, l’uomo veniva invitato a non porsi alla guida dell’auto. I militari riprendevano regolare servizio constatando che il 27enne, “disattendendo” i consigli, era balzato alla guida di una Bmw coupé percorrendo a folli velocità il centro di Rubiera in direzione di Reggio Emilia. Inseguito da una pattuglia, dopo qualche km era costretto ad arrestare la marcia per la presenza di altra pattuglia dei carabinieri che gli impediva di proseguire la marcia. A questo punto ha ingranato la retromarcia e, a tutta velocità, ha finito la corsa contro un palo della luce e contro due cassonetti per la raccolta differenziata, danneggiandoli. Non contento il giovane è sceso dall’auto aggredendo i militari che si erano impossessati delle chiavi per impedirgli di proseguire la fuga. Tre carabinieri dovevano ricorrere alle cure mediche dell’ospedale, venendo dimessi con prognosi tra uno e tre giorni. Durante le concitate fasi dell’arresto anche il giovane esagitato finiva a terra riportando una lieve ferita al naso (3 i giorni di prognosi per lui).

Questa mattina, dopo la convalida dell’arresto, il 27enne è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G. per due volte alla settimana.