Il Consiglio comunale di Fiorano approva l’accordo per Cisa-Cerdisa e il Pua del primo stralcio commerciale


Il Consiglio Comunale di Fiorano Modenese ha approvato ‘l’Accordo territoriale per l’attuazione del comparto sovra-comunale AR (S-F) denominato ex-Cisa Cerdisa e per l’area commerciale integrata di rilevanza provinciale’; ha controdedotto e approvato il ‘Poc relativo all’ambito sovracomunale di riqualificazione AR S-F ex Cisa Ceridsa’ con valore ed effetti di Pua per il sub ambito C’; ha controdedotto e approvato la ‘Variante alla classificazione acustica del territorio comunale relativa all’ambito di riqualificazione AR (S-F) ex Cisa Cerdisa.

Ora, dopo la sottoscrizione dell’accordo fra Comune di Fiorano Modenese,  Comune di Sassuolo e Provincia di Modena, verrà siglata la convenzione urbanistica con i soggetti privati, la proprietà Ceramiche Industriali di Sassuolo e Fiorano s.p.a e il soggetto attuatore del primo stralcio commerciale Coop Alleanza 3.0.

L’approvazione dell’Accordo e del Poc consentono all’intero comparto di fare un ulteriore passo avanti nell’iter urbanistico, ma il Pua,  Piano Urbanistico Attuativo, che si riferisce al primo stralcio commerciale e comprende un’area estesa per 72.573 mq a Sassuolo e 18.812 mq nel territorio fioranese, per un totale di 91.385 mq., con il rispetto del 40% di superficie permeabile, porta questa parte del comparto in dirittura d’arrivo.

Nella porzione centrale è prevista la localizzazione di un nuovo polo funzionale commerciale; nell’area di prima adiacenza agli edifici commerciali si prevede la realizzazione di una nuova viabilità e la localizzazione di un’area adibita alla fornitura carburanti. La zona più a nord prevede inoltre la realizzazione di spazi a destinazione di pubblico esercizio (ristorazione). La zona commerciale può ospitare una grande struttura di 7.500 metri quadrati e strutture medio-grandi o medio-piccole non alimentari per 4.500 mq, con parcheggi a raso o interrati. Verrà servita da un asse principale di collegamento di nuova realizzazione che si inserirà sulla viabilità esistente attraverso due rotatorie.

Il polo commerciale sviluppato su due edifici, troverà affaccio su di una piazza centrale elemento di collegamento e congiunzione fra gli spazi commerciali e le zone urbane limitrofe. L’accessibilità agli spazi sarà valorizzata inoltre, dalla presenza di un lungo asse ciclo–pedonale, che creerà un collegamento fra le due aree del comparto, connettendo l’area commerciale, l’adiacente parco pubblico e le nuove realizzazioni future. Grazie all’uso preminente di autorimesse interrate, le aree limitrofe e cortilive vedranno il minimizzarsi di percorsi carrabili lasciando spazio a giardini e sistemazioni pedonali.

Il Piano prevede di localizzare in questo Sub–Ambito, un’area per il servizio di distribuzione carburanti, con una superficie complessiva di circa 350mq.

Nella parte fioranese dell’area troverà posto una struttura adibita alla ristorazione, di due piani con un’area bar e shop, un ristorante, piccole salette riunioni.