Nella mattinata di oggi una donna di 55 anni residente a Guastalla in una via attigua al centro storico, è stata salvata dall’intervento tempestivo di Polizia Municipale e vigili del fuoco. La donna ospite, in una struttura sanitaria, si era allontanata con propositi di suicidio.

Gli operatori sanitari hanno allertato la Polizia Municipale che è intervenuta presso l’abitazione della donna, cercando inutilmente di contattarla, ma questa aveva staccato il telefono e la corrente elettrica. In attesa che arrivassero i familiari da Reggio Emilia, sono stati chiamati i vigili del fuoco che hanno avuto accesso all’abitazione da una finestra posizionata sul cortile interno e lasciata aperta.

Una volta entrati, agenti e vigili del Fuoco hanno ispezionato l’abitazione rinvenendo la donna in terra in condizioni di incoscienza dovuta all’abuso di alcol e forse anche di medicinali. Inoltre, accanto al corpo vi erano due coltelli con lame da 30 centimetri, un paio di forbici e una bottiglia rotta. L’intervento tempestivo dei soccorritori ha probabilmente scongiurato il suicidio della donna che successivamente è stata soccorsa anche dai sanitari e trasportata in ambulanza presso l’ospedale di Reggio Emilia, dove dovrà rimanere anche in regime di ricovero coatto, avendo disposto il sindaco di Guastalla un trattamento sanitario obbligatorio a suo carico, che è stato eseguito tempestivamente dagli stessi agenti della polizia municipale intervenuti.

 



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013