23.7 C
Comune di Sassuolo
giovedì 29 Settembre
HomeAppennino ModeneseArtinscena: doppio appuntamento a Pavullo e Fanano




Artinscena: doppio appuntamento a Pavullo e Fanano

giullari-senza-frontierePortare momenti di gioia in zone colpite dalla povertà e dal conflitto, sia attraverso performance artistiche sia con laboratori socio-educativi che si rivolgono ai bambini e alle persone che lavorano con loro. È questo il principale obiettivo di “Giullari senza Frontiere”, che domani sabato 23 agosto propone uno show – nell’ambito del festival Artinscena – che si svolge a Pavullo nel Frignano, in Piazza Borelli. A partire dalle ore 21.00 il cabaret comico dell’associazione culturale Giullari del Diavolo porterà divertimento, imparando a conoscere culture differenti. Lo spettacolo contribuisce infatti a promuovere uno spirito di solidarietà tra persone appartenenti a culture diverse. Si tratta di un modo d’intervenire nei paesi in via di sviluppo e in quelli afflitti da guerre con il linguaggio che ognuno di noi conosce meglio, quello della risata. Lo show si svolgerà con le performance di alcuni artisti aderenti al progetto e una mostra fotografica che documenta le loro esperienze di viaggio. Uno spettacolo comico adatto a tutta la famiglia con giocoleria, clown, contact e il coinvolgimento del pubblico.

A Fanano poi, in Piazza Corsini, Artinscena prosegue con un appuntamento musicale. Dalle ore 21.00 i “Musicanti del Piccolo Borgo” si esibiscono nel concerto “Fiore de tutti i fiori”.
I “Musicanti del Piccolo Borgo” possono essere considerati una formazione storica del folk revival italiano. Il gruppo si è infatti costituito alla metà degli anni’ 70, con l’intento, che rimane immutato, di recuperare e riproporre il patrimonio della tradizione musicale popolare dell’Italia centro-meridionale. I “Musicanti” hanno perciò svolto, particolarmente nel primo periodo della loro attività, una serie di ricerche sul campo, soprattutto nel Molise e nel Lazio, che hanno prodotto un’ampia documentazione del repertorio musicale tradizionale; queste iniziali campagne di registrazione etnofonica si sono poi trasformate in un più generale contatto con la cultura contadina, e quindi in una conoscenza più profonda non solo degli esempi, ma anche dei modi e dei significati dell’espressione musicale all’interno di quella cultura.
I “Musicanti del Piccolo Borgo” (Elvira Impagnatiello: Voce, Chitarra – Silvio Trotta: Mandolino, Mandoloncello, Chitarra Battente, Voce – Stefano Tartaglia: Flauto Dritto, Piffero, Voce – Alessandro Bruni: Chitarra, Basso Acustico, Bufù – Mauro Bassano: Organetto, Zampogna – Gianmichele Montanaro: Tamburelli) hanno all’attivo più di mille concerti. Si sono esibiti in moltissimi teatri italiani e piazze, hanno partecipato ai più importanti festival italiani di musica etnica. All’estero hanno suonato in Francia, Svizzera, Germania, Spagna e Uzbekistan.

 
















Ultime notizie