23.7 C
Comune di Sassuolo
mercoledì 28 Settembre
HomeAppuntamentiMessa di apertura della Fiera di San Rocco a Spezzano. Tanta gente...




Messa di apertura della Fiera di San Rocco a Spezzano. Tanta gente nonostante la pioggia

Don-Paolo-Orlandi-sindaco-TosiLa pioggia non ha fermato le decine di parrocchiani spezzanesi giunte all’oratorio dedicato a San Rocco per celebrare la Santa Messa che ha aperto la giornata principale della 166ª edizione della Fiera dedicata al Santo, che ogni anno si rinnova grazie alla collaborazione fra L’Associazione Fiera di San Rocco e l’amministrazione comunale di Fiorano Modenese. Erano presenti il sindaco Francesco Tosi, alla sua prima partecipazione da sindaco, e le autorità locali. Nell’omelia il parroco di Spezzano Don Paolo Orlandi ha sottolineato l’importanza di San Rocco nel ricordarci costantemente il ruolo fondamentale del sacrificio e del donarsi agli altri. Questi due principi sono stati citati anche nei discorsi finali tenuti da Tosi e da Vincenzo Leonardi, quest’ultimo in rappresentanza dell’Associazione Fiera di San Rocco: entrambi hanno voluto ringraziare tutte le associazioni di volontariato che ogni anno permettono l’organizzazione e lo svolgimento della Fiera, e il neo sindaco Tosi ha voluto spendere parole di speranza sottolineando come il volontariato sia la risorsa indispensabile per il futuro della comunità, risorsa che negli anni ha sempre dimostrato di essere forte e costante.
La Fiera di San Rocco, giunta quest’anno alla 166ª edizione, è nata nel XIX secolo, è stata interrotta negli anni Sessanta del XX e ripresa nel 1996, a furor di popolo, grazie alla collaborazione fra L’Associazione Fiera di San Rocco e l’amministrazione comunale di Fiorano Modenese.
Quest’anno la manifestazione ha avuto inizio domenica 10 agosto con la 6ª edizione della “Graziellata” Spezzano-Serramazzoni ed è proseguita nei giorni successivi con la gara ciclistica di ciclocross e mountain bike, con lo spettacolo comico dialettale “Ma chi l’ha DETT” e con il talent show ‘Per un pugno di dollari’, il tutto “condito” dalle bancarelle dei venditori ambulanti, dalle esposizioni di moto e auto d’epoca, dalle mostre fotografiche a Casa Corsini e dai punti di ristoro a cura del gruppo degli Alpini di Fiorano e del VIM, Volontari in Movimento.
















Ultime notizie