salse_nirano_06Domenica 8 Giugno, si svolge l’edizione 2014 della ‘Festa della Riserva Regionale delle Salse di Nirano’, organizzata in collaborazione con l’Associazione dei Residenti. Dalle ore 10 e per tutto il giorno sarà possibile visitare le Salse accompagnati da guide esperte,  scoprendo i percorsi più belli.
Nel pomeriggio ci si trasforma in guerriglieri verdi con un attacco di Guerrilla Gardening con bombe di semi e di terriccio, per ottenere, come risultato, la crescità di un nuovo tappeto fiorito! A fine battaglia il Comune di Fiorano offre una merenda in mezzo alla natura.
E per tutto il giorno ‘Fit longa’, percorso fitness in più tappe organizzato da Music Gym con possibilità di lezioni gratuite di Yoga, Fit Yoga e ginnastica rilassante con vista sui vulcani di fango. Ai partecipanti ed agli escursionisti verrà rilasciato un buono sconto per pranzare in uno dei punti ristoro della Riserva: “Da Guido”, “Prà Rosso” e “Far West”.
La Riserva Regionale delle Salse di Nirano, negli ultimi anni, ha sviluppato le presenze su diversi fronti; con un costante incremento di gite organizzate da associazioni, aziende,  centri estivi e scuole, a cui occorre aggiungere i partecipanti alle iniziative e, infine, i gitanti della domenica e chi usa la riserva come circuito di passeggiate durante la settimana, a piedi o in bicicletta.
I visitatori sono più di 50.000, con un trend in ulteriore aumento.
Anche sul fronte scientifico si registra un crescente interesse; le Salse di Nirano svolgono infatti un ruolo centrale perché nel 1982 sono diventate la prima Riserva Naturale individuata in Regione Emilia Romagna, riconosciute nel 2004 dalla Commissione Europea come Sito di Importanza Comunitaria (SIC) per la presenza di habitat e specie animali prioritarie e da proteggere, in quanto uniche e fautrici di una biodiversità specifica.
Le Salse di Nirano tutelano il più importante fenomeno dei vulcani di fango in Emilia Romagna e tra i meglio conservati in Europa; sin dall’antichità il fenomeno delle Salse è stato letto quale manifestazione oracolistica e magica, come testimoniato da diversi ritrovamenti archeologici in prossimità delle Salse di Nirano, così da attirare l’attenzione di studiosi e ricercatori sia del passato sia contemporanei che si sono interessati ai vulcani di fango come documentato dagli scritti di Plinio il vecchio, dell’abate Stoppani e dello studioso Spallanzani sino a giungere ai più recenti studi dell’Università di Modena e Reggio Emilia, di Pisa, Bologna, Bonn.
Il prossimo passo è dunque fare sistema con le Salse di Puianello, in Comune di Maranello; con l’area termale di Salvarola e l’antica ‘salsa di Montegibbio’, con la Salsa di Regnano.
“Salse, terme, ‘pozzi dell’olio’ sono una ricchezza che suscita interesse anche all’estero. Si può creare un sistema che si sviluppi su due province e rappresenti un’ulteriore opportunità per il sistema ricettivo, le produzioni tipiche, il commercio, aggiungendosi alle altre iniziative messe in campo: la rete di Benvenuto Turista, l’app per vivere il territorio, il servizio permanente di navetta per turisti, lo Iat, l’adesione alle associazioni dei Castelli Modenese, delle Città dei Motori, all’Associazione dei Musei Modenesi”.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013