Per stare bene, impariamo a mangiar bene. Una raccolta di ricette e un laboratorio di cucina salutare all’Ospedale Bellaria




anziani-alimentazioneFarro con mele verdi, cous cous ai carciofi, frutta secca speziata, sono alcuni dei piatti preparati oggi, venerdì 16 maggio, nelle cucine dell’Ospedale Bellaria, da 20 donne provenienti da percorsi oncologici, coordinate da Antonella Bonora, docente di cucina di Slow Food Bologna.
Una selezione tratta da Suggerimenti utili per un menù gustoso e salutare, 75 ricette realizzate dai professionisti dietologi e oncologi dell’Azienda. Obiettivo della raccolta di ricette per la salute è diffondere la conoscenza e l’utilizzo degli alimenti cosidetti bioregolatori, come, cavolfiore, aglio, cipolla, verza, broccoli, porri, scalogni, che limitano la produzione di alcuni enzimi colpevoli di favorire la comparsa di neoplasie.
Il libro di ricette è stato presentato oggi al Bellaria, accompagnato da un aperitivo salutare a base di zenzero e menta e da assaggi dei piatti, precedentemente preparati nel laboratorio di cucina.
I Suggerimenti rientrano tra le attività di Health Promoting Hospital (HPH), progetto promosso dall’Organizzazione Mondale della Sanità, nell’ambito del quale l’Azienda USL di Bologna ha sviluppato iniziative di sensibilizzazione alla corretta alimentazione per la tutela della salute dei cittadini, anche provenienti da culture diverse. La raccolta di ricette, tradotta in arabo, filippino, inglese, rumeno e russo, infatti risponde ai criteri scientifici per una sana e corretta alimentazione estendendo il proprio sguardo anche agli alimenti tipici di altre realtà culturali.
L’iniziativa è promossa dall’Azienda USL di Bologna, in collaborazione con Slow Food Bologna, Cir Food, Associazione Mediatori Interculturali in ambito Socio Sanitario (AMISS).
Suggerimenti utili per un menù gustoso e salutare è disponibile, gratuitamente, presso la Breast Unit dell’Ospedale Bellaria e gli ambulatori del Dipartimento Oncologico dell’Azienda USL di Bologna.