Tiziano Motti canta “La Verità”, la presentazione a Strasburgo. L’eurodeputato reggiano annuncia: “Non mi ricandido”


Motti-LaVerita“Quando un politico promette che farà/ chissà qual è, chissà qual è la verità/ perché nel cuore forse sa quello che fa/ però il potere è una poltrona comoda…”. E’ questo il verso d’attacco del brano rock “La verità”, scritto e interpretato dall’eurodeputato reggiano Tiziano Motti, e presentato in più versioni in un cd singolo, il primo della carriera del politico e imprenditore di Reggio Emilia, eletto nel 2009 al Parlamento europeo nella circoscrizione Nord Est Motti ha presentato il singolo questa mattina nel corso di una conferenza stampa proprio nella sede del Parlamento europeo a Strasburgo: insieme a lui i dj Mario Fargetta e Stefano Fisico (di Radio Italia) che hanno remixato il brano, oltre al chitarrista e direttore artistico del singolo Domenico Castaldi. La canzone è interamente scaricabile dalle piattaforme di internet e telefoniche. Il ricavato andrà all’Unicef e al Telefono Azzuro.

Alla conferenza stampa hanno fatto la loro comparsa anche i colleghi eurodeputati Magdi Allam e Iva Zanicchi, estimatori di Motti come politico (e anche come cantante delle cover di Vasco Rossi). La loro presenza si spiega col fatto che oggi Motti ha annunciato anche la decisione di non ricandidars a Strasburgo, per dedicarsi alle proprie aziende e a nuove iniziative, fra cui un progetto di beneficenza che lo impegnerà dall’autunno negli Usa. Motti ha voluto sottolineare che la beneficenza è a titolo di liberalità personale, e che verra erogata attraverso la Fondazione che porta il suo nome. «Io non sono Mike Jagger – ha scherzato – quindi è possibile che venda pochissime copie del cd. Per questa ragione ho comunque garantito diecimila euro a Telefono Azzurro e altri diecimila all’Unicef. Ma se, per esempio, dovessi raccogliere due milioni di euro, come mi auguro, state certi che darò due milioni in beneficenza”.

“Questa non è una operazione di marketing – ha sottolineato – perché ho deciso di non ricandidarmi alle prossime elezioni”. La ragione? “La vita è fatta di progetti, una volta che gli obiettivi sono raggiunti se ne fanno di nuovi. Il mio tempo al Parlamento europeo è concluso e ho ottenuto i risultati che mi ero prefissato. Avevo fatto delle promesse e le ho mantenute – ha aggiunto – Ho fatto approvare una risoluzione sulla tutela dei bambini contro la pedopornografia online, e mi sono speso per la tutela delle donne dalla violenza, come per la difesa degli animali. Ora mi concentrerò sulle mie aziende, con l’obiettivo di continuare ad assicurare posti di lavoro».

Una canzone, dunque, per dare addio al Parlamento europeo e alla politica? Non lo aveva mai fatto nessuno…”Questo mi fa piacere. Di sicuro continuerò ad essere vicino ai cittadini e a lavorare per loro in altre forme. Comunque “La Verità” è una canzone che parla dei dubbi dei cittadini, quando magari vedono in tv due politici di fazioni diverse, che dicono cose opposte ma entrambi sostengono di agire per il bene generale. Voglio dire che esistono diverse sfaccettature della verità, poiché tutto dipende dal punto di osservazione e dal contesto storico. Vi chiedo di ascoltarla bene: c’è anche un passaggio, nel testo, in cui affermo anche un giudice quando decide non dice la verità assoluta, ma decide sulla base della rappresentazione dei fatti fornita in aula dagli avvocati delle parti”.

Altra sorpresa è la sezione dedicata a giovani dj e giovani rapper nel sito www.motti.eu: i primi potranno realizzare nuovi remix della canzone, gli altri hanno la possibilità di creare un nuovo testo in cui scrivere a in piena libertà cosa chiedere ai politici e cosa pensano di loro.

Un altro modo, insomma, per dire “La verità” (https://www.youtube.com/watch?v=-LOl-pKNOYI) . In palio ci sono due premi.