Consiglio comunale di Casalgrande, i costi e i numeri delle presenze: onorato l’impegno assunto con i cittadini


Municipio-CasalgrandeNell’anno che si sta per concludere, i consiglieri del Comune di Casalgrande hanno presenziato alle sedute consiliari con delle frequenze che evidenziano il massimo rispetto dell’impegno assunto con i cittadini. Sono state undici le sedute di consiglio che si sono svolte nel 2013.

Nove componenti (Andrea Rossi, Alberto Vaccari, Ilaria Guidotti, Simonetta Mammi, Alcide Paterlini, Flavio Santi, Francesco Magnani, Silvia Taglini, Giuseppe Eros Anceschi) non hanno perso neppure una seduta, mentre uno (Gianfranco Silingardi) si è assentato, solo in un caso, con un tasso di frequenza del 91%. Ben venti consiglieri vantano un tasso di frequenza dal 63% in su. Si specifica inoltre che nel corso del 2013 al dimissionario Andrea Pozzi (sei sedute su otto) è subentrato Alberto Montelaghi (tre sedute su tre).

Il sindaco Andrea Rossi ha partecipato a tutte le sedute consiliari del 2013. Si ricorda che questi, percependo l’indennità di funzione (pari a 1.960,00 euro mensili netti), non ha diritto al gettone di frequenza, che per i consiglieri è di 19,99 euro a seduta. Così come il sindaco, anche il presidente del Consiglio Fabrizio Vitale non percepisce gettone, poiché ha un’indennità di carica pari a 473,00 euro netti mensili. La spesa totale sostenuta dal Comune nel 2013 per i gettoni dei consiglieri è stato di 3.258,37 euro, mentre l’importo dei gettoni della seduta del 14 novembre è stato devoluto al Comitato provinciale esodati di Reggio Emilia, per un totale di 339,83 euro a carico dell’ente.

Tabella delle presenze di ciascun componente del Consiglio

 tabella-presenze

BIS