Ladri di rame tentano colpo alla centrale elettrica di Casalgrande


energia-EnelI Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Emilia questa notte hanno sventato un maxi furto di rame da parte degli specialisti dell’oro rosso che spaziano in tutto il nord Italia facendo man bassa di rame non ponendosi scrupoli dai pericoli che creano con la loro azione predatoria: si pensi ai tratti ferroviari che vanno in blocco quando vengono rubati i cavi elettrici che ne regolano il traffico. Questa notte il commando di malviventi, appartenenti ad una batteria del più nutrito popolo delle ‘bande del rame’, ha alzato decisamente il tiro puntando direttamente alla Centrale Elettrica di Alta Tensione di Salvatterra, nel reggiano, che fornisce elettricità a diversi Comuni delle Province di Modena e Reggio Emilia. Il raid furtivo è fallito grazie all’intervento dei Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Emilia e nella fattispecie di quelli in forza alla Stazione di Casalgrande che hanno impedito, oltre ai probabili disagi elettrici, il furto di svariati quintali di rame in bobine. L’intervento ha consentito anche il recupero di un furgone rubato in provincia di Firenze ora sottoposto ai rilievi per trovare anche in sede scientifica (comparazioni impronte ndr) la dovuta svolta investigativa.

E’ stato l’allarme poco prima dell’una ad attivare i Carabinieri del Comando Provinciale che hanno inviato sul posto i militari in forza alla Stazione di Casalgrande che giunti sul posto in pochi minuti hanno messo in fuga i malviventi, che si apprestavano a fuggire con il prezioso carico, dileguatosi per le campagne circostanti. E mentre nell’intera zona veniva scatenata una serrata caccia all’uomo il sopralluogo consentiva di accertare che i malviventi dopo aver tagliato la rete di recinzione si introducevano all’interno della Centrale Elettrica. Quindi attraverso un muletto incominciavano a caricare cavi di rame in un autocarro marca Renault. L’arrivo dei Carabinieri gli induceva a desistere facendoli fuggire per i campi circostanti. E mentre la refurtiva caricata sull’autocarro veniva recuperata e restituita, il mezzo in uso ai malvivente, risultato essere stato rubato in provincia di Firenze, veniva sequestrato per gli ulteriori sviluppi investigativi. Già nel mese di aprile di quest’anno gli stessi Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Emilia sventarono un analogo assalto alla stessa Centrale Elettrica: in quella circostanza arrestarono un malvivente.