Bomporto incontro sulla ricostruzione, iscrizioni fino al 21 ottobre


C’è tempo fino a lunedì 21 ottobre per prenotare la partecipazione al tavolo di lavoro dedicato ai progetti di ricostruzione per migliorare la qualità dei centri abitati dopo il terremoto, in programma venerdì 25 ottobre a Villa Cavazza di Bomporto (dalle ore 14 alle ore 18,30) dal titolo “Restituire l’Emilia in qualità”.

L’appuntamento è gratuito e visto il numero limitato di posti disponibili gli organizzatori consigliano di prenotare, entro il 21 ottobre, all’indirizzo press@ilsecondorinascimento.it, oppure rivolgendosi ai numeri 059 237697-320 0816125-348 3361991. Ulteriori informazioni: www ilsecondorinascimento.it, www.lacittaonline.it.

L’iniziativa è promossa dalla rivista “La città del secondo rinascimento”, l’associazione culturale Progetto Emilia Romagna, l’Ance (l’associazione dei costruttori edili dell’Emilia Romagna), Confcommercio-Imprese per L’Italia Regione Emilia Romagna e Ardea Progetti e sistemi, con il patrocinio della Regione, delle Province di Modena, Ferrara e Reggio Emilia, dell’Anci e del Comune di Bomporto. Intervengono amministratori pubblici, rappresentanti delle associazioni di categoria e tecnici.

«Attraverso questo tavolo di lavoro – sottolinea Anna Spadafora, responsabile dell’organizzazione – vogliamo fare il punto sui progetti per una ricostruzione di qualità, valorizzando il ruolo del commercio, dei servizi e del turismo per il rilancio delle città, senza trascurare la necessità di superare i blocchi che frenano la ricostruzione e con una attenzione particolare alla valorizzazione dei tesori emiliani dell’industria, commercio, agricoltura, arte e cultura».

Dopo i saluti di Alberto Borghi, sindaco di Bomporto, e Palma Costi, presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna, sono previsti i contributi di Giancarlo Muzzarelli, assessore regionale alle Attività produttive, Alfredo Peri, assessore regionale alla Programmazione territoriale, Carla Di Francesco, direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici, Stefania Zanni, sindaco di Campogalliano in rappresentanza dell’Anci, Stefano Betti, presidente di Ance Modena, Franco Cocchi, commissione Abi Emilia Romagna, Lino Antonio Credali, presidente di Ardea, Augusto Gambuzzi, presidente dell’ordine degli Ingegneri di Modena, Ugo Margini, presidente regionale Confcommercio-Imprese per l’Italia, e Marco Savoia, docente dell’Università di Bologna e direttore di Ciri edilizia e costruzioni.