Gli appuntamenti del volontariato casalgrandese a settembre


don-dossettiVenerdì 13 settembre all’interno del Bocciodromo, dalle ore 20, si terrà una cena, aperta a tutti, con tutti i volontari e i simpatizzanti delle associazioni di volontariato casalgrandesi. Il costo è di 10 euro. Prenotazioni entro mercoledì 11 settembre al numero 0522/998570.

Ospite della serata sarà don Giuseppe Dossetti che presenterà il libro «Intervista sull’uomo. Un cammino dalla dipendenza alla libertà» per i trent’anni-di solidarietà del Ceis”di Sara Di Antonio. Recuperarsi dalla tossicodipendenza non vuole dire disintossicarsi, ma imparare a vivere attraverso un apprendimento lungo e faticoso, che però ha come risultato finale il divenire adulto.

Sabato 21 settembre le associazioni di volontariato presenti a Casalgrande saranno insieme per divulgare i valori del donarsi, un modo per gettare uniti un seme per trasmettere il valore immenso della gratuità.

Al mattino, con l’iniziativa «Il Volontariato sale in cattedra», le associazioni Auser, Avis, Caritas S.Antonino, Cri, Jaima Sahrawi, Ema, Farsi Prossimo, il Gruppo Alpini, G.E.E.V. Guardie Ecologiche Volontarie, Help for Children e Lascia un Segno onlus, con il patrocinio del Comune, dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna e della Provincia di Reggio , presenteranno una serie di attività per i bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie, pubbliche e private, di tutto il comune.

Per l’assessore Marco Cassinadri:“«Volontariato e associazionismo sono intesi non come svolgimento di un’attività residuale, ma concorrono alla crescita della solidarietà, della responsabilità e della cittadinanza attiva attraverso una trama di relazioni affettive, culturali, sociali, organizzative. Il volontariato diventa una questione di stile e lo stile è un modo di essere difficile, paziente. Poiché ogni comportamento, ogni gesto, ogni attività devono entusiasmare, riscaldare il cuore, migliorare la qualità della vita, emerge la necessità della coerenza. Di qui, l’attenzione a favorire l’inserimento intelligente nel gioco di squadra».