BeneventiCamminare sui sentieri di montagna ascoltando i suoni della natura, ma anche seguendo la narrazione di storie e leggende d’altri tempi, sulle note di un violino. Respirare e meditare secondo l’antica pratica cinese del Chi Kung e, infine, liberare la mente tra sonorità indiane al fresco del bosco.

“Suoni e leggende nella magia della Valcalda. Itinerari di musica e racconti verso il Passo della Volpe”, il trekking che l’associazione “Villacultura” propone per domenica 11 agosto su un tratto dello splendido crinale dell’Appennino reggiano, “non vuole essere una semplice passeggiata ma un vero e proprio percorso di esplorazione sensoriale, un cammino di meditazione per ritrovare l’energia del corpo e della mente”, spiega la presidente Elisabetta Guidetti.

Una formula che Villacultura ha già sperimentato con successo in due precedenti occasioni e che ora si arricchisce del sostegno e della collaborazione del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale e della Pro Loco di Civago.

Il ritrovo dei partecipanti è previsto per le ore 8,30 in Piazza del Volontariato a Villa Minozzo, per poi raggiungere tutti insieme Case Cattalini di Civago e da qui partire alle ore 9,30 in direzione del “Passo della Volpe” (sentieri CAI 681 e 607) sul monte Ravino (Alpe di Vallestrina). “Ci muoveremo con lentezza e tranquillità – comunicano gli organizzatori – per dare modo a tutti di vivere serenamente questa esperienza, conquistando insieme la meta. E’ un percorso di sei km complessivi, con un dislivello di settecentotrenta metri circa, che effettueremo in tre ore di cammino”.

Il trekking, condotto dalla guida ambientale escursionistica Davide Malvolti, sarà intervallato dalle narrazioni di Angela Delucchi, dalle sessioni di Chi Kung di Susan Reed e dalle performance musicali del maestro Ezio Bonicelli.

Al termine dell’escursione sarà possibile pranzare all’ombra del ciliegio. Ma la giornata non è finita qui perché alle ore 17,00, nella località “Pianello di Valle Calda” a Civago (vicinanze raggiungibili coi mezzi), è previsto un suggestivo e affascinante concerto tributo al compositore, maestro e scrittore indiano Ravi Shankar con i musicisti Giovanni Mareggini (flauti), Simone Beneventi (marimba) e Stefano Grazia (tablas indiane) che, oltre ad alcuni brani del virtuoso di sitar più noto al mondo, eseguiranno pezzi di Alec Wilder, Gareth Farr e David Lang.

“Questo progetto musicale – comunicano dal gruppo – volge lo sguardo ad uno specifico spaccato della storia recente, quello che ha visto numerosi compositori abbracciare le filosofie e le pratiche zen ed estremo-orientali, tradizione musicale indiana in primis. Il grande maestro Ravi Shankar ha invertito la direzione di questo processo volgendo viceversa il suo sguardo all’Occidente, facendosi ambasciatore di successo della propria cultura musicale nel mondo”.

I prezzi: pranzo e concerto 10 euro, solo concerto 7 euro, bambini (0-12 anni) 3 euro tutto compreso. La sola escursione è libera.

Per info e prenotazioni (obbligatoria per il pranzo): 328/8219012 (Betty) – 339/2713647 (Barbara) – www.villacultura.it

 



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013