Al via oggi ad Atlanta il Coverings


coverings_2013

Sono una cinquantina le aziende ceramiche che saranno presenti, con propri stand, all’edizione 2013 del Coverings, la più grande e la più importante rassegna fieristica delle piastrelle di ceramica negli Stati Uniti. L’esposizione inaugura oggi e si tiene fino al 2 maggio, presso il Georgia World Congress Center, ad Atlanta, in Georgia dove saranno presenti 900 espositori provenienti da più di 50 Paesi.

E’ il palcoscenico per l’introduzione dei modelli di piastrelle più innovativi e prodotti di pietra del mondo. Notevole l’impegno organizzativo del Coverings che vede in campo Confindustria Ceramica, Ceramic Tile Distributors Association, Piastrelle di Associazione Spagna “Spanish Tile”,  The Contractors Association e The The Council of North America.

Il grande interesse, e partecipazione, dell’industria ceramica italiana è dettata dal trend positivo dell’export, verso il Nord America, delle piastrelle «made in Italy»: nel 2012 si è registrato un + 10% negli Usa mentre il mercato del Canada è stato stazionario. Complessivamente sono stati venduti circa 36.000 metri quadrati di prodotto per un valore vicino ai 500 milioni di curo.

I gruppi ceramici Florim, a Clarksville, nel Tennessee; Panaria Group nel Kentucky e Graniti-Fiandre, a Crosswille nei Tennessee, hanno propri stabilimenti produttivi negli Stati Uniti. Già dal 1980, a Dallas, è in attività una fabbrica di Marazzi Group, oggi controllata dalla multinazionale statunitense Mohawk.