Blocco autobus, Confesercenti Bologna: “modalità inaccettabili, hanno provocato caos e disagio ai cittadini”


blocco-trasporti-2Agli scioperi del trasporto pubblico siamo purtroppo avvezzi da anni con una media di uno sciopero al mese e salvo eccezioni sempre di venerdì. Ma quello che è successo oggi ha dell’incredibile per la durezza con cui è stato praticato.

A parte i danni enormi che ne derivano al commercio in momenti già così difficili, quello a cui abbiamo dovuto assistere questa mattina supera ogni immaginazione.

Chi doveva andare al lavoro a scuola si è trovato in una situazione di grandissima difficoltà, senza avere tempo e modo di ricorrere ad alternative possibili. Inchiodati sotto le pensiline senza sapere cosa stava succedendo in città e perché mancasse il trasporto pubblico; privi di ogni comunicazione preventiva e sotto una pioggia battente i più si sono incamminati a piedi facendo di necessità virtù.

Si stenta a credere – afferma Sergio Ferrari presidente Confesercenti Bologna – che tutto questo possa accadere in una città civile come Bologna e niente giustifica il metodo con cui lo sciopero è stato praticato.

C’è sempre una prima volta ma la Confesercenti si augura che sia anche l’ultima.