Filippi (PDL): “più attenzione agli Ordini ed ai Collegi professionali”


Credo sia stata positiva l’iniziativa, assunta dai CUP (Comitati Unitari permanenti degli Ordini e Collegi professionali) di Modena e Reggio Emilia, di avviare un confronto con i rappresentanti della politica e delle Istituzioni sul ruolo che il sistema ordinistico svolge a sostegno dell’economia.

Sarebbe auspicabile che tale confronto divenisse periodico e permanente, tenuto dell’apporto fornito, all’economia di Modena e Reggio Emilia, dagli Ordini e dai Collegi professionali: nella sola provincia di Modena tale apporto è stimato in circa 3,5 miliardi di euro.

Convengo sul fatto che debbano essere compiuti interventi legislativi sul tema del praticantato, delle società tra professionisti ed in materia di ammortizzatori sociali, che andrebbero estesi agli studi professionali.

Resta poi aperta la questione della regolamentazione dell’accesso alle professioni e quella dell’adozione di forme di sostegno ai giovani professionisti.

In particolare condivido quanto ha sostenuto il presidente dell’ Ordine degli Ingegneri di Modena, Augusto Gambuzzi: “I professionisti sono l’anello di congiunzione tra la teoria e la pratica. Occorre che sia data loro la possibilità di svolgere questo fondamentale ruolo”.

(Fabio Filippi)