“Bene le politiche della Giunta del Comune di Bologna sull’edilizia residenziale pubblica, l’equità deve essere sempre garantita e per i furbetti non ci deve essere spazio. Se lo stesso atteggiamento fosse tenuto anche a livello nazionale, si raggiungerebbero equilibri più giusti nelle politiche abitative di questo Paese”. Così Luca Basile, segretario di Sel Bologna commenta l’annuncio del Comune che procederà con gli sfratti degli inquilini Acer che presentavano false dichiarazioni dei redditi usufruendo così di alloggi senza averne reale necessità. “La casa è un desiderio spesso irrealizzabile per giovani coppie e lavoratori, tanto più che nella crisi economica cresce il bisogno di uno sostegno pubblico in questo senso: è insopportabile chi si appropria di diritti altrui. Oltre che sull’equità, si deve anche investire a livello nazionale sulla qualità e la quantità della edilizia residenziale pubblica, su cui in Italia da troppo tempo mancano impegni che invece sarebbero utili anche per un rilancio dell’economia nazionale”.

 



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013