Gli esperti di Chirurgia Endoscopica dell’orecchio si riuniscono a Modena


Tre  giorni dedicati alla Chirurgia Endoscopica dell’orecchio, una tecnica mininvasiva innovativa che permette di operare attraverso il condotto uditivo esterno e non, come si fa abitualmente, attraverso  l’incisione retro auricolare; questo comporta importanti benefici sulla durata della degenza, decisamente più breve, e sulla rapidità di recupero delle funzioni uditive. Dal 26 al 29 novembre 2012, l’Aula Magna del Centro Didattico Interdipartimentale della Facoltà di Medicina e Chirurgia (Policlinico, via del Pozzo 71) si tiene, infatti, il IV Workshop Internazionale di Chirurgia Endoscopica dell’Orecchio, organizzato dalla Struttura Complessa di Otorinolaringoiatria del Policlinico di Modena, diretta dal prof. Livio Presutti, da tempo all’avanguardia proprio su questa metodica.

Il Workshop, che inizia alle 8 di lunedì 26 novembre e termina mercoledì 28 novembre, vedrà la partecipazione di esperti nazionali ed internazionali che affronteranno tutti i temi relativi a questa pratica chirurgica. Si parlerà di approccio endoscopico a patologie come il colesteatoma (cioè una malattia infiammatoria cronica e progressiva che può portare a sintomi molto seri quali la paralisi del nervo facciale, la sordità e la vertigine), il neuroma acustico, la plastica del timpano, la chirurgia della staffa, delle malformazioni dell’orecchio. Gli interventi saranno eseguiti in diretta e tutti i partecipanti potranno parlare con i chirurghi dall’aula mana del centro servizi del Policlinico alla sala operatoria.

UNA STRUTTURA ALL’AVANGUARDIA

La Struttura Complessa di Otorinolaringoiatria del Policlinico è stata la prima in Italia ad eseguire interventi di chirurgia endoscopica otologica, già nel 2005, e ha sempre sviluppato questa tecnica in collaborazione con i più qualificati centri internazionali come dimostrano anche i numerosi lavori scientifici pubblicati sulle più autorevoli riviste specialistiche del settore. Il dottor Livio Presutti e il dottor Daniele Marchioni sono membri fondatori dell’International Working Group on Endoscopic Ear Surgery (IWGEES), un organismo formato da molti dei più importanti chirurghi otologi di tutto il mondo. Tra i fondatori i più grandi esperti del settore tra cui il Dott. J.F. Nogueira (Direttore del Sinus &Otologic Center, Fortaleza Brasile) e Il Dott. M. Tarabichi (Direttore ENT Division American Hospital Dubai) saranno correlatori durante lo stesso seminario.

L’otoendoscopia è divenuta standard, ormai, al Policlinico. Dei 200 interventi che annualmente la Struttura Complessa di Otorinolaringoiatria del Policlinico di Modena esegue sull’orecchio medio, l’80% è svolto con una tecnica esclusivamente endoscopica, mentre il 20% l’approccio è endoscopico-microscopico, cioè abbinando la tecnica tradizionale alla più moderna tecnica endoscopica, sempre nell’ottica di una minore invasività A Modena, con questa tecnica, sono stati eseguiti diverse centinaia di interventi per plastica della membrana timpanica, otosclerosi, colesteatoma ed anche per malattie della base cranica.