Abbiamo letto con interesse i dati diffusi dal Prefetto sull’andamento della criminalità a Modena. Sembrava uno spot elettorale del Comune. Reati in calo; la posizione della città nelle classifiche nazionali è falsata dal fatto che i modenesi denunciano di più rispetto ad altre zone; unica nota dolente, ma quasi secondaria, i furti negli appartamenti in crescita. Insomma, sembra che Modena non abbia problemi di criminalità ma sia un’isola felice, e se i cittadini la pensano diversamente è un problema loro perché le istituzioni agiscono in maniera impeccabile.

Se vogliamo raccontarcela facciamo pure, ma i modenesi sanno che la realtà è ben diversa.

Al Prefetto contestiamo l’affermazione secondo la quale i modenesi in genere denunciano i furti. Se frequentasse le strade di Modena, i suoi bar e parlasse con i cittadini capirebbe che ormai certe tipologie di furti non le denuncia quasi più nessuno. Se poi in altre città la gente denuncia ancora meno, questo non ci riguarda. Ormai purtroppo tutti i modenesi hanno avuto esperienze di furti e sanno perfettamente che la denuncia è un atto che richiede un sacco di tempo per poi, alla fine, sentirsi dire con onestà dal poliziotto o carabiniere di turno che non c’è nessuna speranza di recuperare la refurtiva.

A questo riguardo vorremmo porre una domanda al Prefetto. I suoi uffici possiedono le statistiche sulle denunce che hanno un esito positivo? Quante biciclette rubate vengono recuperate? Quanti degli oggetti sottratti agli appartamenti vengono ritrovati? Io personalmente non conosco nessuno che abbia fatto una denuncia e che, in seguito a questa, abbia recuperato ciò che gli era stato rubato. Ma può darsi che io frequenti ambienti umani segnati da una sfortuna particolare.

Ad ogni modo cogliamo l’occasione per ribadire l’inutilità, allo stato attuale, delle prefetture. Si tratta di sopravvivenze di un passato remoto iper centralista che nell’Italia di oggi non hanno più ragion d’essere. Una seria revisione della spesa pubblica dovrebbe tener conto di questo dato di fatto. I risparmi così realizzati potrebbero essere destinati alle forze di polizia che fanno poche statistiche ma controllano veramente il territorio.

(Il segretario cittadino della Lega Nord per l’indipendenza della Padania, Stefano Bellei)



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013