23.7 C
Comune di Sassuolo
giovedì 29 Settembre
HomeCronacaIl greggio è alle stelle e i ladri imperversano: altri nuovi arresti...




Il greggio è alle stelle e i ladri imperversano: altri nuovi arresti operati dai Carabinieri

Salgono a dieci i giovani arrestati nella sola provincia di Reggio Emilia per furto di gasolio nell’ultimo mese: gli odierni arrestati colti sul fatto dai Carabinieri mentre svuotavano la cisterna di gasolio in un’azienda agricola reggiana.

L’ennesimo tentativo di furto – il sesto nel giro di un mese registrato nel Reggiano dai Carabinieri – è emblematico della situazione del caro greggio che si sta vivendo anche nel reggiano! Con la benzina che sfiora i 2 euro al litro e il gasolio che arretra appena di pochi centesimi, i carburanti diventano merce sempre più preziosa al punto che i capienti serbatoi dei camion e soprattutto le cisterne della aziende sono meta prediletta di questa “nuova” escalation criminale ovvero il furto di gasolio. Nel reggiano parcheggiare il proprio camion e andare a dormire è diventato, ogni notte, rischioso per molti autotrasportatori così come riempire le cisterne per le aziende: all’indomani, infatti, è tutt’altro che improbabile trovare serbatoi e cisterne vuote.

L’ultimo colpo ad opera di ignoti appena questa notte ai danni di un’azienda che distribuisce carburanti a Reggio Emilia che segue di poche ore il colpo ad un’azienda agricola di Bibbiano che in questo caso ha visto i carabinieri di Montecchio Emilia arrestare con l’accusa di furto aggravato in conciorso tre giovani reggiani. Per comprendere l’entità del fenomeno basti pensare che nell’ultimo mese nella sola provincia di Reggio Emilia i Carabinieri del Comando Provinciale reggiano hanno arrestato 10 persone per furto di carburante (due a Correggio, due a Castellano, tre a Reggio Emilia e tre a Bibbiano).

Questa volta come si diceva a finire nel mirino dei ladri di carburante è stato l’azienda agricola Leoncini di Via Favorita di Bibbiano. E’ stata una telefonata al 112 a segnalare la presenza, poco dopo le 20,00 di ieri, di persone sospette nelle pertinenze dell’azienda agricola Leoncini. La loro presenza è stata chiarita poco dopo dai Carabinieri di Montecchio Emilia subito intervenuti: i tre avevano posizionato alcune taniche di plastica nelle pertinenze della cisterna avevano già “succhiato” una trentina di litri di gasolio agricolo. Alla luce della flagranza di reato per i “vampiri” del greggio scattavano le manette. Si tratta di tre giovani italiani incensurati: E.M. 22enne di Cadelbosco Sopra, L.V. 18enne di Reggio Emilia e J.T. 18enne di Bibbiano arrestati per tentato furto aggravato. Ora sono ristretti a disposizione della Procura reggiana.

Un reato che sembrava passato di moda, come il furto di carburanti, torna, dunque, di stretta attualità. E data la raffica di episodi, rischia di diventare un’emergenza per molti camionisti e imprenditori.
















Ultime notizie