Durante la notte appena trascorsa, gli stranieri trattenuti presso il locale CIE (attualmente 57)  hanno tentato, ancora una volta, di allontanarsi, ricorrendo, nell’occasione, a funi artigianalmente realizzate.Visto frustrato l’ennesimo tentativo di fuga per l’immediato intervento del personale in servizio al CIE, prontamente collaborato dalle unità mobili dell’Arma del Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato, alcuni di detti stranieri hanno dato fuoco agli effetti letterecci posti all’interno di due dei quattro moduli abitativi.

Anche tale tentativo non ha avuto alcun esito per l’intervento di due squadre del Vigili del Fuoco una delle quali proveniente da Carpi che hanno provveduto a spegnere i focolai d’incendio con danni minimi alle infrastrutture murarie.

L’azione di contenimento contestualmente svolta dal personale delle diverse Forze di Polizia presenti e dall’Esercito ha evitato l’ulteriore fuga senza peraltro feriti o contusi né delle stesse Forze di Polizia, né degli stranieri.

E’ stato, poi, possibile, grazie alla visione delle immagini registrate dall’apposito impianto di video-sorveglianza, trarre in arresto uno degli stranieri che ha materialmente appiccato il fuoco.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013