Consiglio Comunale del 150° dell’Unità d’Italia questa mattina a Fiorano Modenese




Questa mattina al Teatro Astoria si è riunito il Consiglio Comunale di Fiorano Modenese in seduta straordinaria per celebrare il 150° dell’Unità d’Italia, insieme al Consiglio Comunale dei Ragazzi. Per l’occasione, come ricordo dell’evento, sono state realizzate due litografie di Nani Tedeschi, distribuite ai tantissimi cittadini presenti.

La seduta è stata aperta dalla performance teatrale ‘Un salotto del Risorgimento’ dell’Accademia Stravaganza e dell’associazione Librarsi, conclusa con il canto corale dell’Inno di Mameli.

Per l’indisposizione del presidente Elisabetta Valenti, il Consiglio Comunale è stato poi presieduto dal vicepresidente Andrea Cuoghi. Nel suo intervento d’aperturta il sindaco Claudio Pistoni ha ricordato Giuseppe Garibaldi come primo servitore dello stato perché ha saputo fare un passo indietro, a Teano, rendendo possibile, con questo gesto, l’unità d’Italia. Così come dopo la seconda guerra mondiale e la Resistenza, i Padri dell’Italia repubblicana hanno saputo mettere da parte le pur profonde differenze di idee per ottenere l’obiettivo di una Carta Costituzionale per tutta la nazione. Ancora oggi la forza dell’Italia, anche economica, è la sua unità, perché frutto della nostra cultura, della nostra storia ed è per i frutti di questa unità che il mondo ci ammira. Dobbiamo esserne orgogliosi; siamo un popolo giovane, emergente, che ancora sa commuoversi quando canta l’Inno di Mameli

Sono quindi intervenuti i rappresentanti dei gruppi consiliari: Marco Biagini per il Partito Democratico, Innocenzo Capano per il Gruppo Misto, Graziano Bastai per il Popolo della Libertà – Lega Nord, Riccardo Amici per l’Italia dei Valori – Di Pietro, Davide Camellini per Fiorano al Centro.

Sono poi saliti sul palco tutti i ragazzi ed ex ragazzi che negli anni hanno indossato la fascia di sindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi. Quello attuale, Ilaria Arduini, ha spiegato i progetti che il Ccr sta portando avanti, in particolare quelli del 150° anniversario nel quale si sviluppano idee e pensieri che hanno validità anche oggi.

Vittorio Romeo della Vb di Spezzano, Lisa Ferrari della Vc di Crociale e Laura Ndreca della Va di Fiorano hanno raccontato i laboratori svolti nelle primarie.

In conclusione l’assessore alle attività educative Maria Paola Bonilauri ha ricordato il vincolo inscindibile fra storia e scuola; in questi centocinquant’anni gli insegnanti di ogni ordine e grado hanno saputo trasformare i sudditi in cittadini, gli analfabeti in gente capace di comprendere e giudicare. L’ha fatto senza penalizzare le mille differenze, anzi facendone patrimonio di tutti. Non ci sarebbe stata unità se non cucendo le differenze, perché una unità senza differenze sarebbe esangue opacità. La scuola, in particolare quella pubblica, ha svolto un ruolo primario nel creare una nuova identità comune

Al termine della cerimonia, in un giorno di sole e in una piazza Ciro Menotti con gli edifici pubblici pavesati di tricolori, i Fioranesi hanno visitato le mostre ‘Il Risorgimento italiano in cartolina’ con le cartoline e i documenti di Melchiorre Gibellini e ‘Lo stato dell’arte’ con gli elaborati delle scuole.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013