Reggio: Anmil e Inail per ‘Primavera Donna 2011’


Nell’ambito delle iniziative dedicate alla Giornata internazionale della donna, l’assessore alla Cura della comunità Comune di Reggio Emilia Natalia Maramotti, il presidente provinciale dell’associazione mutilati e invalidi sul lavoro (Anmil) Giuseppe Montanari e il direttore della sede provinciale dell’istituto per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (Inail) Gianluca Napoletano hanno illustrato alla stampa il concorso nazionale ‘Foto biografia’, per la realizzazione di un calendario dedicato al lavoro femminile e i dati annuali relativi agli infortuni sul lavoro in ambito locale e nazionale.

Analoga conferenza stampa si è svolta oggi in numerosi capoluoghi italiani e, nel pomeriggio, a Roma, dove parteciperà il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi.

Nel corso dell’incontro, l’assessore Maramotti ha tra l’altro ricordato l’impegno di Anmil nazionale per introdurre attenzioni e modalità nuove riguardo al riconoscimento delle diverse ricadute che hanno nelle donne gli infortuni sul lavoro, che avvengono soprattutto, come ha detto Napoletano, nell’ambito del commercio, della sanità e del lavoro domestico.

In riferimento all’iniziativa promossa da Anmil con il bando di concorso fotografico dedicato al tema dell’infortuni sul lavoro delle donne, Maramotti ha detto inoltre che “il calendario che sarà realizzato con le dodici foto vincitrici costituirà un’iniziativa molto diversa da quelle decorative e frivole alle quali siamo abituati, che diffondono stereotipi sbagliati sulle donne. Sarà invece, ha detto l’assessore, un calendario di ben altra sostanza”.

Maramotti ha inoltre concordato con la proposta lanciata oggi dal presidente provinciale Montanari di istituire un Osservatorio provinciale di genere degli infortuni sul lavoro, che coinvolga istituzioni e associazioni locali.

L’Anmil raccoglie a livello nazionale oltre 460.000 aderenti e circa 8.000 nella provincia di Reggio Emilia.

IL CONCORSO “FOTO-BIOGRAFIA” DEDICATO ALLE DONNE INFORTUNATE SUL LAVORO PER LA REALIZZAZIONE DI UN CALENDARIO ANMIL E INAIL 2012

12 donne, 12 ritratti, 12 storie di infortuni sul lavoro per commuovere, stupire, sensibilizzare e richiamare l’attenzione sulla condizione delle donne vittime del lavoro è il progetto con cui ANMIL e INAIL mirano a trovare le 12 protagoniste di Calendario foto-biografico 2012 con l’obiettivo di raccontare, attraverso ritratti e racconti, quanto accade per la mancata applicazione delle norme per la sicurezza nei luoghi di lavoro e, al contempo, dimostrare che le donne rimaste invalide all’indomani di un infortunio non devono perdere né il rispetto né la stima di se stesse.

Al concorso potranno partecipare tutte le donne coinvolte in un incidente sul lavoro, inviando entro il 10 maggio 2011 due foto e un racconto della loro esperienza di vita.

Le storie del calendario ANMIL-INAIL 2012 saranno selezionate da una Giuria composta dalla giornalista dott.ssa Maria Luisa Busi, dal sociologo prof. Domenico de Masi, dal Vice Capo Gabinetto del Ministero del Lavoro, dott.ssa Susanna Zeller, dalla dott.ssa Rosalba Veltri del Dipartimento per le Pari Opportunità e da rappresentanti di ANMIL e INAIL. Inoltre supporteranno il lavoro della Giuria, in qualità di Comitato Tecnico, le 5 componenti del Gruppo ANMIL per le Politiche femminili (tutte donne infortunate sul lavoro).

Una volta selezionate le 12 protagoniste del calendario – scelte con l’obiettivo di rappresentare tipologie differenti di infortunio per causa, disabilità, area geografica, ambito lavorativo etc. – verrà individuata una location per gli scatti e si punterà sulla professionalità di un fotografo famoso cui affidare la realizzazione del progetto fotografico, mentre la stesura dei racconti sarà affidata ad un noto giornalista.

In considerazione dell’elevato valore sociale, l’iniziativa ha ottenuto i Patrocini del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e quello del Ministro per le Pari Opportunità.

Quest’anno ANMIL e INAIL hanno, dunque, scelto di affidare alla “bellezza” femminile e al potere evocativo delle immagini e delle parole un tema complesso e delicato come quello del lavoro delle donne con tutti i rischi che comporta.

Consapevoli di quanto sia difficile per una donna mantenere con dignità i suoi molteplici ruoli di moglie, madre e lavoratrice nonostante la mancanza di un arto o la presenza di una malattia professionale, con un Concorso prima e con un Calendario poi si intende costruire quella cultura della prevenzione e della sicurezza sul lavoro che spesso manca. Ma soprattutto questa iniziativa intende dimostrare che le ferite di un infortunio sul lavoro non sono solo quelle visibili sul proprio corpo, ma anche quelle che emergono nella quotidianità, quando fare le cose più semplici diventa un’impresa, un percorso ad ostacoli per superare il quale nessuna donna dovrebbe mai rimanere sola.

Per informazioni sul Concorso www.anmil.it