Il progetto “Sassuolo nel cuore” ha contribuito a salvare una vita. Sabato sera, poco dopo le ore 23, due ragazzi sassolesi che uscivano dal teatro Carani al termine dello spettacolo, sono stati attirati dalle grida di una donna il cui marito, fermo in auto, aveva avuto un arresto cardiaco.

Uno dei due ragazzi, nell’autunno scorso, aveva frequentato il corso del Comune di Sassuolo “Sassuolo nel Cuore” che abilita alcuni volontari ed addetti ai lavori all’utilizzo del DEA, il defibrillatore semi automatico che si può trovare in diversi punti della città.

Il giovane è subito intervenuto, praticando il massaggio cardiaco fino all’arrivo dell’Ambulanza ed impedendo, così, che l’arresto cardiaco continuassi in maniera fatale. L’uomo, ora, è fuori pericolo.

“E’ motivo di grandissima soddisfazione – afferma l’Assessore alla Sanità del Comune di Sassuolo Luca Cuoghi – sapere che le ore spese da numerose persone che hanno aderito al progetto sono state ampiamente ripagate da questo intervento”.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013