A “Locali da leggere”, Giuseppe Pederiali con la novità “Il ponte delle sirenette”




Sarà San Possidonio una delle prime tappe di presentazione del nuovo romanzo di Giuseppe Pederiali, “Il ponte delle sirenette” (Garzanti) in uscita sul territorio nazionale, giovedì 20 gennaio. Lo scrittore finalese, vincitore del Premio Pico per la carriera, sarà infatti ospite a “Locali da leggere”, presso la Sala Consiliare del Municipio, venerdì 28 gennaio, alle ore 21. A intervistarlo sarà il giornalista e scrittore Luca Marchesi. Introdurrà la serata, a ingresso libero, l’Assessore alla Cultura, Enrico Benetti.

“Il ponte delle sirenette”: la storia. Abbandonata a sette anni sul Ponte delle Sirenette, ospite dell’orfanotrofio delle Stelline, adottata e ridotta in schiavitù, ragazza-madre, prostituta in via Fiori Chiari… La vita non ha sorriso alla bella Sirena, almeno fino all’incontro con Delio Tessa, l’avvocato autore di poesie dialettali splendide e cattive, che la salva dal manicomio di Mombello e dall’accusa di avere venduto la figlioletta. Sirena riesce a rifarsi una vita che culmina nell’incontro con Ignazio, enigmatico ebreo in fuga, apparso il giorno di Ferragosto del 1943, durante un bombardamento, con due valigie piene di libri che celano qualcosa di molto prezioso…

Toccherà a un’altra Sirena, negli anni Sessanta, svelare i segreti più nascosti, con l’aiuto di Beppe Pedroni, giornalista innamorato di lei e della sua maniera di cantare le poesie di Tessa sul palcoscenico dei cabaret. La bambina sparita, il tesoro di Ignazio, la genìa delle sirene: il passato torna a lampi e illumina, riscalda ma anche rischia di bruciare il presente della giovane donna, attrice e cantastorie nella Milano dei giorni frenetici del boom e delle notti magiche con Giorgio Gaber, Ornella Vanoni, Luciano Bianciardi, Giorgio Strehler…

Un romanzo lungo mezzo secolo, con due protagoniste più forti del destino e della storia scritta dagli uomini. Attraverso una vicenda appassionata e intrigante, fitta di suggestioni e di personaggi, orchestrata da una limpida scrittura che fa vibrare le corde del sentimento e dell’avventura, Giuseppe Pederiali ci regala il ritratto di due donne indimenticabili e di un’Italia con i suoi inferni e paradisi vecchi e nuovi.

L’autore. Giuseppe Pederiali è nato a Finale Emilia. Vive e lavora a Milano. Ha esordito come narratore alla fine degli anni Sessanta e si è affermato con la trilogia Le città del diluvio (1978), Il tesoro del bigatto (1980), La compagnia della selva bella (1983). È autore di romanzi ambientati durante il fascismo e di numerosi racconti per ragazzi. Collabora saltuariamente con il cinema, la radio e la televisione. I suoi libri sono tradotti in Germania, Inghilterra, Russia, Francia, Ungheria, Grecia e Giappone.

Per Garzanti ha pubblicato con successo i gialli di Camilla Cagliostri (Camilla nella nebbia, 2003; Camilla e i vizi apparenti, 2004; Camilla e il Grande Fratello, 2005; Camilla e il Rubacuori, 2010),la riproposta di

Marinai (2003), le raccolte di racconti L’osteria della fola (2002, Premio Chiara, Premio Dessì) e Il paese delle amanti giocose (2006), i romanzi Il sogno del maratoneta (2008) e La vergine napoletana (2009, Premio Alessandro Manzoni per il romanzo storico). Nel 2010 ha vinto il Premio Pico della Mirandola per la sua carriera di scrittore.

Il suo sito: www.giuseppepederiali.it.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013