Giornata della poesia e mostra di Nani Tedeschi a Fiorano


Il presidente Mario Ledda presenta le iniziative del periodo natalizio del Circolo Culturale Nuraghe di Fiorano, nell’ambito del programma ‘Per i trent’anni di attività del Circolo Nuraghe’ realizzato in collaborazione con i Comuni di Fiorano e Maranello, la Fasi e la Regione Sardegna.

Domenica 12 dicembre, alle ore 10, inaugura a Maranello, presso la Madonna del Corso, ‘Don Chisciotte e i bronzetti nuragici’, mostra dell’artista Nani Tedeschi che ha partecipato a rassegne e mostre internazionali, collaborato come illustratore con i più importanti quotidiani italiani e conosciuto in tutto il mondo per le sue tavole sulla Ferrari. La mostra rimane aperta fino a 16 gennaio, aperta il sabato pomeriggio dalle ore 15 alle ore 18 , la domenica dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 18, durante la settimana per gruppi su appuntamento (0536.24.00.22).

Sabato 11 dicembre, alle ore 17, si svolge il tradizionale appuntamento con la ‘Giornata della poesia’ che quest’anno ospita il poeta sardo Antonello Bazzu, il poeta emiliano Francesco Genitoni e il poeta pugliese Cosimo Luigi Ruggeri.

Antonello Bazzu scrive in sassarese e in lingua sarda variante logudorese, ottenendo riconoscimenti nei principali concorsi di poesia in lingua sarda sia in Sardegna, fra i tanti il prestigioso Premio Ozieri, sia nel continente. Collabora con il Laboratorio musicale e letterario HumaniorA, e con l’Ensemble di Marcello Peghin, Mariano Piras, Tore Mannu e Gavino Riva. Suoi sono i versi del dvd ‘L’Isola dalle vene d’argento’. Nel 2004 firma ‘Arrejonende cun s’anima – arransgiunendi cu’ l’anima’ la sua prima raccolta di versi e nel 2008 la seconda raccolta ‘Di fori, di peni e d’amori’.

Cosimo Luigi Ruggeri è nato e vive a Nardò. Ha insegnato nelle scuole superiori, attualmente è in pensione, e tiene seminari e conferenze in ambito socio filosofico, letterario e artistico. E’ traduttore di opere in lingua francese e in francese di scritti italiani. Ha scritto e pubblicato il dramma storico ‘Il Guercio di Puglia’ (1985) e varie raccolte poetiche: ‘Alla mia terra’ nel 1989; ‘Il velo del tempio’ nel 1991; ‘Fili e Labirinti’ nel 1994; ‘Nove Salmi’ nel 2004; ‘Canto e Lamento al secolo che muore’ nel 1996; ‘Vita e dintorni, Nardò mia cantilena’ nel 2004, ‘L’Uomo contemporaneo, corso di antropologia filosofica’ nel 2006.

Francesco Genitoni è giornalista, scrittore e poeta nato a Cola e residente a Sassuolo. Nel 1989 esordisce con un saggio storico ‘Soldati per conto nostro’, cui seguono un racconto per ragazzi ‘Ruscello bello si innamora’ del 1995, il romanzo ‘Carte della delizia’ nel 2002, il romanzo ‘Il tempo forse’ nel 2004 e la raccolta di poesie ‘Da una vita framentaria’ nel 2009. Sono numerosi gli studi e le monografie che a diverso titolo ha curato; ricordiamo in particolare i quattro volumi del progetto Manod’opera per il Museo della ceramica di Spezzano.