‘Scienza a Fiorano’: Etica dell’alimentazione al Castello di Spezzano


La quinta edizione di ‘Scienza a Fiorano’ che per due fine settimana anima il Castello di Spezzano con iniziative per bambini, ragazzi e adulti, è stata promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Fiorano Modenese in collaborazione con il gruppo Hera. ‘Scienza a Fiorano’ si nel 2010 si è fatta green, nell’anno che le Nazioni Unite hanno dichiarato Anno Internazionale della Biodiversità, dedicandosi ai temi dell’ambiente, della sostenibilità e alla promozione di pratiche in difesa dell’ambiente.

Il primo week end si è svolto con pieno successo con una grande partecipazione ai laboratori e alle attività previste.

Sabato 30 ottobre, alle ore 17, sempre al Castello di Spezzano, a cura di Coldiretti e con il patrocinio del Comune di Fiorano, viene presentato il libro ‘Etica dell’alimentazione. Prodotti tipici e biologici, ogm e nutraceutici, commercio equo e solidale’ di Claudio Malagoli, professore di professore di economia dell’azienda agroalimentare’, di estimo sociale e di etica dell’alimentazione presso l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo/Bra ed è stato componente della Commissione di vigilanza sugli Ogm del Mipaaf. Dopo il saluto dell’assessore comunale Luca Vallone, affrontano il tema con l’autore: Rolando Manfredini, capo area sicurezza alimentare di Coldiretti; Luigi Rambelli presidente nazionale Legambiente Turismo; Fabia Montalbani presidente Aiab Emilia Romagna, Luigi Rambelli, Presidente Nazionale Legambiente Turismo; modera la giornalista Carla Mazzola. Segue un buffet con prodotti tipici del territorio offerti da Coldiretti Modena.

“L’alimentazione . scrive Claudio Malagoli – è sicuramente un fatto pervasivo della nostra vita. Se è vero che ‘non si vive per mangiare’, è altrettanto vero che occorre ‘mangiare per vivere’. Oggigiorno, nella scelta degli alimenti occorre prestare molta attenzione alle modalità attraverso le quali essi sono prodotti, al fine di attuare anche in campo agroalimentare uno sviluppo che sia realmente sostenibile.”

Con il motto ‘Crescono i prodotti del territorio. Cresce l’agricoltura italiana’, Coldiretti è impegnata nel ‘Grown in Italy’: identificare, tutelare e valorizzazione l’agricoltura italiana e i suoi prodotti, per una crescita del territorio, di chi lo coltiva e di chi ne sceglie i frutti. Perché quello della biodiversità dei prodotti del territorio è un vero e proprio patrimonio, al pari di quello artistico, della moda e del design… Anche la coltura italiana è cultura italiana.