Amici (IDV): anche a Fiorano la riforma ha creato disagi


In questo periodo c’è un gran parlare di tagli su tutti i giornali: chi vuole togliere servizi, chi investimenti, chi la manutenzione stradale, e così via… E il Comune di Fiorano? Il 28 settembre, durante la seduta del Consiglio Comunale, abbiamo approvato la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e la salvaguardia degli equilibri di bilancio per l’anno 2010: questa ricognizione dimostra che i conti del comune sono in regola; possiamo essere annoverati tra la cerchia dei comuni virtuosi e il nostro bilancio non presenta criticità. L’amministrazione quindi rispetta gli impegni sia per ridurre il deficit statale, rispettando il patto di stabilità, sia verso i cittadini perché nonostante la riduzione delle entrate a causa dei tagli e della crisi, riusciamo ad aiutare più di 500 fioranesi e a 75 famiglie, dei volontari civici e tirocini formativi, assicuriamo un contributo fisso ogni mese. Fino ad oggi siamo riusciti a garantire, seppure con fatica e impegno, i servizi per noi prioritari dell’educazione (ca 3.750.000 € per il solo 2009). Attraverso una gestione oculata del bilancio siamo in grado di assicurare la tenuta dei servizi ai cittadini fino alla fine dell’anno e stiamo cercando di effettuare ulteriori risparmi per il 2011, quando si abbatterà la scure della manovra estiva di Tremonti (quella lacrime e sangue per tutti ma non per i ceti più agiati), che prevede, in due anni, tagli che varieranno da 500.000 euro a 1.400.000 euro.

Anche le notizie che arrivano dall’Europa non sono incoraggianti; i governi stanno pensando ad una rivisitazione dei parametri per poter restare nell’Unione Europea: all’Italia verrà richiesto un taglio dell’8% sul debito pubblico, pari a circa 116 miliardi di euro. Se restasse il governo attuale non abbiamo alcun dubbio che questi tagli peserebbero sulle amministrazioni locali (lo dimostrano tutti i provvedimenti assunti fino ad oggi) in nome del finto federalismo fiscale portato avanti dalla Lega e dal governo. Al contrario l’amministrazione fioranese sta operando con concretezza e pragmaticità per il bene. Noi di Italia dei Valori confermiamo la volontà di farne attivamente parte per concorrere, con il nostro contributo, a realizzare questa politica con la gente e per la gente.

(intervento del consigliere comunale Riccardo Amici, gruppo Italia dei Valori)