domenica, 16 Giugno 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomeAppuntamentiIl 23 maggio Fiorano incontra Padre Anthony Elenjimittam





Il 23 maggio Fiorano incontra Padre Anthony Elenjimittam

Domenica 23 maggio, alle ore 11.00, il Teatro Astoria di Fiorano Modenese avrà l’onore di ospitare Padre Anthony Elenjimittam, unico discepolo vivente del Mahatma Gandhi. L’incontro, promosso dal Comitato Fiorano in Festa e Lapam Confartigianato Imprese, con la collaborazione del Comune di Fiorano Modenese, sarà dedicato al tema “L’apostolo itinerante dell’unione delle religioni: la vocazione spirituale del mondo d’oggi nel suo disperato bisogno di comprensione e di fratellanza” e vedrà come moderatore il giornalista Roberto Armenia. In questa occasione Padre Anthony presenterà il libro “Il Vangelo della purezza” (Sat Cit Ananda). Monaco dell’ordine domenicano e sacerdote fin dal 1939, è guida spirituale, scrittore e conferenziere. Per tutta la sua vita si è dedicato, e continua a dedicarsi, all’unità di tutte le religioni, andando oltre le barriere del dogmatismo e del bigottismo, portando tra Oriente ed Occidente il messaggio ecumenico che gli fu affidato personalmente da Gandhi e confermato in seguito da Papa Giovanni XXIII, un suo caro amico.

Anthony Elenjimittam, alias Bhikshu Isabhodananda, nato a Cochin il 22 Giugno 1915, nel Kerala.

Egli studiò filosofia nel seminario inter-diocesano di Alwaje. Entrò poi nell’Ordine Domenicano nell’anno 1936, completando gli studi di teologia all’Angelicum di Roma, dove fu ordinato sacerdote nell’anno 1939. Iniziò poi il suo pellegrinaggio intorno al mondo, continuando gli studi filosofici al Manchester College e ad Oxford, ove visse varie esperienze fino al termine del conflitto mondiale, come giornalista ed operaio. Ritornò poi in India, dove aderì al movimento del Mahatma Gandhi, accettandolo come suo guru e Maestro nell’interpretare apostolicamente il suo messaggio per la mutua comprensione delle religioni dei popoli di ogni razza e credo. Questo spinse padre Anthony al suo continuo pellegrinaggio tra oriente ed occidente, intrattenendo una fitta attività di conferenziere, scrittore e guida spirituale. Un’attività che non gli impedì di occuparsi della conduzione a Bombay della “Welfare Society for destitute children”, da lui fondata nell’anno 1957, che comprende la “St. Catherine of Siena School” e la “Aquinas Industrial School”, per raccogliere i bambini emarginati ed educarli alla realizzazione di una cosmopolis ideale, secondo il suo sogno di un’umanità affratellata ed unita. Padre Anthony ha scritto varie opere tradotte in italiano, tra cui “La filosofia Yoga di Patanjali”, “Le Upanishad”, “Esoterismo monastico cristiano ed indo buddhista”, “Francesco d’’Assisi, Yogi dell’amore cosmico”, “Salmi di un marinaio solitario”, La vita di Buddha ed il Dhammapada”, “Sublimazione del sesso” e “Gnosi Vedantica”. (www.padreanthony.org) Presenta il libro “Il Vangelo della Purezza” (Sat Cit Ananda). Prima di pensare in termini di cristiano, indù, buddista, parsi, musulmano o di appartenente a qualsiasi altra chiesa, organizzazione civile, confessione religiosa o istituzione; prima di essere italiani, tedeschi, indiani o cinesi: essenzialmente, per natura, siamo tutti esseri umani. L’invito, quindi, è a non lasciare i problemi religiosi, etici e spirituali in balia dei sentimenti e di pulsioni emotive: l’approccio alla vita può essere più intelligente e cosciente. In realtà Gesù, Buddha, Mahatma Gandhi, Sathya Sai Baba, Swami Vivekananda, Sri Aurobindo e altri hanno operato così. Dio – paradossalmente – è la realtà più scientifica di tutto l’Universo.

















Ultime notizie