Presentata stamane a Fiorano “La Fabbrica delle idee”


Questa mattina, nella sala riunioni del Palazzo degli Uffici Tecnici a Fiorano, si è svolta la conferenza stampa di presentazione de “La Fabbrica delle idee”, presenti il sindaco Claudio Pistoni e la Giunta Comunale.

“La complessità della situazione che il nostro territorio sta vivendo, nella quale si assommano le conseguenze della crisi economica e l’evoluzione strutturale che il mercato affronta a livello mondiale – ha spiegato il sindaco Claudio Pistoni – spinge tutti i protagonisti sociali, economici e delle istituzioni a mettere in campo ogni sforzo per non limitarsi a subire l’attuale situazione, ma a individuare percorsi di rilancio, consapevoli della necessità di trovare nuove opportunità di sviluppo. Anche l’Amministrazione Comunale di Fiorano vuole fare fino in fondo la sua parte, andando oltre il sostegno alle famiglie e alla difesa dei posti di lavoro che sta attualmente impegnando la struttura e una significativa quota di bilancio, con l’obiettivo di favorire l’approfondimento e il confronto, lo scambio di dati, progetti e idee che possono trasformarsi in nuova imprenditoria e dare opportunità di sviluppo a quella attuale”.

Con la consapevolezza che non è il comune a determinare il contesto economico generale, il mercato del lavoro, l’accesso al credito, la pressione fiscale, le politiche di sostegno alle imprese, le politiche industriali, gli incentivi alla innovazione e alla ricerca “noi cerchiamo di mettere in campo la nostra principale risorsa che è la nostra gente, la sua esperienza, i saperi e le competenze che ha saputo sviluppare. Cercheremo di farlo attivando il progetto ‘La fabbrica delle idee’: un laboratorio di consultazione e confronto intersettoriale di idee e proposte per il rilancio del distretto ceramico, che si pone l’obiettivo di stimolare l’uscita da una situazione di emergenza socio-economica e di definire nuove idee e scenari economico-sociali di riferimento per il medio termine, attraverso il coinvolgimento e l’impegno di vari attori sociali ed economici di Fiorano e del distretto ceramico: imprenditori, artigiani, associazioni di categoria, organizzazioni sindacali, enti di formazione, cooperazione, ma anche esponenti della società civile, della scuola, dell’associazionismo”.

E’ in fase di definizione di una griglia di confronto, il più possibile aperta, che riguardi: il credito; i fondi di investimento; la nuova imprenditoria e le nuove professionalità necessarie alla filiera ceramica per guardare al futuro; nuove idee imprenditoriali; un incubatore di idee e di imprese per portare a diffusione i brevetti delle università e dei centri di ricerca; la formazione; il ruolo dell’ente locale; le potenzialità della green-economy e il ruolo di un evento catalizzatore, capace di raccogliere e valorizzare le buone pratiche già esistenti, stimolare il dibattito operativo e l’incontro fra domanda e offerta di vari attori economici e sociali, per la promozione di idee e partnership di green-economy.

Dopo una una serie di focus-group e di interviste, si prevedono iniziative di confronto intersettoriale sulle idee e sulle proposte convergenti, la promozione di un evento sul tema della green-economy che ne sviluppi gli aspetti economici e culturali, la creazione di portali web per facilitare le informazioni e il dibattito.

“Nel frattempo – ha infine aggiunto il sindaco Pistoni – stiamo concludendo un accordo per avviare uno sportello a Fiorano di Democenter che si occuperà di favorire il trasferimento tecnologico, il supporto all’innovazione, l’informazione sui bandi europei, sui finanziamenti agevolati, lo sviluppo di idee imprenditoriali”.