Presentato il Piano Generale del Traffico di Carpi




P.G.T.U. 2009: una sigla apparentemente misteriosa ma che identifica il Piano Generale del Traffico Urbano, ossia lo strumento tecnico-amministrativo con il quale l’amministrazione comunale carpigiana vuole impostare un quadro organico dei temi legati alla mobilità.

Grazie a questo Piano, che sarà approvato dal Consiglio comunale entro il 2010 e che è stato redatto dallo Studio Sisplan di Bologna in conformità con le direttive e le linee guida nazionali ed in collaborazione con l’Ufficio viabilità e trasporti del Comune, si potranno fare le scelte necessarie per migliorare la viabilità cittadina; il tutto armonizzando i diversi livelli di pianificazione comunale e provinciale nel campo della mobilità.

Il P.G.T.U., che è stato presentato oggi, lunedì 8 marzo, nel corso di una conferenza stampa, dall’assessore al Traffico e Mobilità Carmelo Alberto D’Addese, dal Mobility manager del Comune Paolo Gualdi e dai tecnici dello Studio Sisplan, è composto in primis da un quadro conoscitivo completo e dettagliato: questo comprende l’offerta attuale (strade urbane e non solo, parcheggi) e la domanda di mobilità alternativa (collettiva e privata, mobilità ciclopedonale); elementi tratti da dati storici integrati da indagini fatte ad hoc che consentono di approntare un’analisi-diagnosi in merito alla viabilità, tenendo conto anche dei livelli di incidentalità e dei flussi veicolari, in modo da evidenziarne i problemi.

Dal Piano si desume anche come siano oltre 2000 i posti auto esistenti nell’area del centro storico, quasi la metà dei quali gratuiti, che il 43% delle strade, gran parte in territorio agricolo, ha una larghezza inferiore a 8.5 metri, che tra il 2002 e il 2006 sugli assi maggiori della viabilità cittadina il traffico è aumentato mediamente del 19% . “I flussi veicolari più rilevanti si registrano sugli assi tangenziali, nonchè sulle vie di penetrazione al lato est del centro urbano– spiega il Mobility manager del Comune Paolo Gualdi – quest’ultimo fenomeno dovuto verosimilmente al frammentario sistema tangenziale di via Cavata”, ora però in via di completamento”.

“Trattandosi di uno strumento tecnico-amministrativo di breve periodo – precisa l’assessore D’Addese – il P.G.T.U., mediante successivi aggiornamenti, rappresenta le fasi attuative di un disegno strategico di lungo periodo” di cui gli obiettivi generali, nel rispetto delle direttive ministeriali, sono i seguenti:

il miglioramento delle condizioni di circolazione (movimenti veicolari, salvaguardia dei pedoni, dei ciclisti e la sosta);

il miglioramento della sicurezza stradale (riduzione incidenti tramite la neutralizzazione dei punti di conflitto);

la riduzione dell’inquinamento atmosferico e acustico (mediante la moderazione e fluidificazione del traffico);

il risparmio energetico derivante dai punti precedenti.

Si tratta perciò di un Piano indispensabile al perseguimento di questi temi fondamentali, in grado di influire sulla qualità della vita, considerati prioritari dall’amministrazione comunale.

“Il P.G.T.U. quindi – conclude D’Addese – come strumento di governo dotato di trasparenza e uniformità di intervento, attraverso l’applicazione di regole codificate connesse alla classificazione geometrico-funzionale delle strade, concetto basilare dello studio in oggetto, attribuita alla viabilità esistente in ragione delle sue peculiarità”.

Quattro assemblee per presentare il piano traffico

Per presentare alla città il nuovo Piano Generale del Traffico Urbano, dopo avere promosso nei giorni scorsi incontri con la Commissione consiliare competente e le associazioni di categoria, l’amministrazione comunale di Carpi ha deciso di organizzare alcune assemblee pubbliche. Queste si terranno venerdì 19 marzo al Centro sociale Anziani di Cibeno Pile, mercoledì 7 aprile al circolo Arci La Fontana di Fossoli, mercoledì 14 aprile al circolo Arci di Migliarina e martedì 20 aprile al Centro di promozione sociale Gorizia di via Cuneo. Gli incontri si svolgeranno sempre alle ore 21. Parteciperanno alle assemblee l’assessore a Mobilità e Trasporti Carmelo Alberto D’Addese e Paolo Gualdi, Mobility manager del Comune.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013