Dopo la decisione del sindaco di Finale di candidarsi alle regionali nelle liste dell’Udc il Pd di Finale chiede garanzie sul rispetto del programma di governo. Ecco in merito una dichiarazione congiunta di Massimo Carrara, segretario comunale del Pd; Marco Fabbri, segretario del circolo Pd di Finale; Andrea Ratti, segretario del circolo di Massa Finalese; Francesco Malaguti, capogruppo Pd.

«La scelta di Raimondo Soragni di candidarsi per le prossime regionali nella lista dell’Udc rappresenta uno strappo col Pd di Finale Emilia. Comeaveva trovato un largo consenso l’ipotesi di una sua candidatura per ilnostro partito in consiglio regionale, così il suo sottrarsi al percorsodemocraticamente stabilito e il passaggio a un altro partito che a Finaleè all’opposizione ha suscitato sconcerto e amarezza. Tutte le scelte personali vanno naturalmente rispettate, ma Soragni è legato al Pd e allasua maggioranza consiliare da un vincolo politico, assunto davanti aglielettori, che ora deve essere attentamente verificato.

Chiediamo quindi al sindaco di convocare tempestivamente una riunione con le forze politiche di maggioranza al fine di accertare se sussistano ancora le condizioni per proseguire il positivo lavoro amministrativo fin qui condotto. Per quanto riguarda il Pd tre punti debbono essere fermi:

a) Gli impegni programmatici assunti quattro anni fa con gli elettori vanno pienamente onorati con coerenza e trasparenza: il lavoro dei prossimi mesi dovrà quindi proseguire secondo gli obiettivi tracciati.

b) La maggioranza che regge l’amministrazione non può essere modificata a un anno dal voto. La scelta di Soragni di aderire all’UdC non impegna in alcun modo il Pd e sarà responsabilità del sindaco tenere il Comune di Finale al riparo da problemi che esulano dai bisogni e dal governo della Città.

c) L’imminente campagna elettorale non deve in alcun modo interferire con il buon governo della comunità, le necessarie relazioni politiche eistituzionali con l’area nord (Unione), la Provincia e la Regione. Le battaglie che dovremo affrontare anche nei prossimi mesi su questioni cruciali per questo territorio (deposito gas, Cispadana, ospedale, ecc.) devono vedere un fronte compatto di politica, istituzioni e cittadini e in nessun modo la campagna elettorale di Soragni e del suo partito dovrà andare a discapito di questo obiettivo preminente.

Ora attendiamo un tempestivo segnale dal sindaco. Se le risposte saranno positive non mancherà certo l’impegno e la responsabilità del Pd, che intende onorare fino in fondo gli impegni assunti coi cittadini e proseguire il buon lavoro svolto in questi anni di amministrazione».



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013