Unione Terre d’argine, resoconto Consiglio


logo-terredargineNel corso della seduta del Consiglio dell’Unione delle Terre d’argine di mercoledì 25 novembre sono state trattate varie tematiche. In primis il capogruppo del Popolo delle Libertà Roberto Benatti ha presentato una propria interpellanza relativa alle multe disposte con l’apparecchiatura PhotoRed. Benatti ha chiesto chiarimenti in merito relativamente alle multe rilevate con questo apparecchio, facendo richiamo ad una sentenza della Corte di Cassazione che ha sancito la nullità della sanzione per il passaggio con il rosso elevata senza la presenza di un vigile al crocevia. “Se è così tutte le multe devono essere annullate; e poi come mai nel 2009 le multe elevate sono state molte meno che quelle fatte nel 2008 dal T-red?”

Luisa Turci, assessore alla Polizia municipale dell’Unione, ha chiarito innanzitutto che la sentenza in questione si riferisce esclusivamente ai PhotoRed, che la Polizia municipale non ha mai posseduto. Dopo avere fatto alcune osservazioni al riguardo Turci ha ricordato come il Red&Speed ora su via Guastalla ha l’omologazione per esser utilizzato senza la presenza della Polizia municipale, mentre il Velomatic FTR non è omologato con questa caratteristica e quindi quando lo si usa l’agente presidia sempre la posizione. “Le multe 2009 sono in numero minore perché il Red&Speed in via Guastalla è più visibile. La Giunta comunale di Carpi ha individuato alcune localizzazioni dell’apparecchio, per ora solo nella città dei Pio”. Sul tema sono intervenuti anche i consiglieri della Lega nord Filippo Rossi e Argio Alboresi mentre Benatti in sede di replica ha ricordato come le localizzazioni del Red&Speed siano state decise dopo che era già stato montato sulla Tangenziale Losi, “così come si è prima deciso di comprare l’apparecchio T-red e poi si è deciso di no smentendo il Consiglio. Le questioni del contasecondi ai semafori e del calo delle multe rimangono però aperte”.

Si è passati poi alla ratifica della terza Variazione al Bilancio di previsione dell’Unione per il 2009 (circa 37 mila euro in complesso), approvata con i voti di Pd, IdV, Sinistra per le Tda, Verdi e il no di Lega nord, Pdl e Mario D’Ambrosio. Lo stesso risultato si è verificato al momento della votazione sull’Assestamento di Bilancio 2009: le due delibere sono state presentate assieme dall’assessore con delega al Bilancio Giuseppe Schena, che si è detto soddisfatto della buona capacità previsionale raggiunta, dopo qualche anno di rodaggio, aggiungendo che le minori entrate (circa 393 mila curo) dipendono soprattutto da un taglio alle previsioni fatte a suo tempo relativamente agli introiti da sanzioni per violazioni al Codice della Strada. Schena si è poi addentrato nella spiegazione delle varie voci che compongono l’Assestamento ed è poi passato a delineare le modifiche al Piano degli Investimenti 2009-2011 dell’Unione: queste prevedono maggiori esborsi per 445 mila euro per manutenzione straordinaria e adeguamento alle norme sismiche delle strutture scolastiche di Soliera e per 300 mila euro per la costruzione della nuova scuola materna che sempre a Soliera sostituirà la “Bixio” e che costerà in totale oltre due milioni di euro, cifra che sarà inserita nel Bilancio 2010 delle Terre d’argine.

Critiche ai contenuti della delibera presentata dall’assessore Schena in aula sono venute da Alvaro Pescetelli (Pdl) e Filippo Rossi (Lega nord), che hanno ambedue messo in evidenza la diminuzione degli introiti da multe, sovrastimati evidentemente in precedenza, ma anche toccato temi come la necessità di un sistema di videosorveglianza a Campogalliano e il forte aumento dei trasferimenti da altri enti all’Unione. Stefania Gasparini (capogruppo Pd) ha invece sottolineato positivamente dal canto suo i dati presentati da Schena e le scelte compiute. L’assessore Schena ha poi risposto alle domande ribadendo che i maggiori trasferimenti (si sta parlando di 800 mila euro) sono in verità investimenti, fondi che i quattro comuni aderenti trasferiscono all’Unione “perché il percorso è meno accidentato e non per aggirare il Patto di stabilità”. Riguardo alle sanzioni sovrastimate Schena ha spiegato invece come la Polizia municipale si occupi di tanti interventi oltre a garantire il presidio del territorio, “anche per sostituire Polizia e Carabinieri che non riescono a svolgere certi servizi…La stessa videosorveglianza porta via tempo e lavoro per fini investigativi. E sono in aumento pure gli insoluti sulle multe…” La Presidente dell’Unione Stefania Zanni ha voluto poi precisare come a Campogalliano siano in via di collaudo 12 telecamere nella zona della Dogana e che l’Unione ha stanziato 39 mila euro per lavori similari ai laghi Curiel.