Fiorano: telefonia e raggiri, incontri pubblici di Federconsumatori


calendario2Federconsumatori, l’associazione nazionale di consumatori e utenti in collaborazione con l’Assessorato alla Partecipazione del Comune di Fiorano Modenese, organizza due incontri pubblici sui temi che più frequentemente vengono proposti allo Sportello di Tutela del Consumatore aperto ogni martedì mattina presso l’Urp e la cui gestione è affidata a Federconsumatori.

Il primo incontro si svolge giovedì 26 novembre, alle ore 20.30, presso la Saletta Blu al Centro Commerciale di Via Santa Caterina. Dopo l’introduzione e il saluto dell’Assessore alla Partecipazione Luca Vallone, Simona Baldacchini e Domenico Genovese della Federconsumatori provinciale di Modena, parleranno di “Telefonia ed i raggiri più frequenti nelle truffe on-line: come riconoscerli e come difendersi”.

Giovedì 3 dicembre, nel secondo incontro, sempre alle ore 20.30 nella Saletta Blu del Centro Commerciale, Domenico Genovese della Federconsumatori provinciale di Modena e Manuela Taglini, consulente finanziario indipendente, illustreranno: “Credito al consumo e consigli sugli investimenti: come tutelare al meglio i propri risparmi”.

L’iniziativa di giovedì 26 novembre vuole essere un momento di sensibilizzazione della cittadinanza su alcune delle più ricorrenti truffe online a danni dei consumatori.

Inoltre, oltre all’esame della casistica più ricorrente, saranno approfonditi alcuni temi legati alle truffe che si attuano attraverso la rete internet sia per gli acquisti online, conclusione di contratti in genere, nonché per le truffe bancarie.

L’incessante processo di convergenza delle nuove tecnologie nel settore delle comunicazioni elettroniche richiede uno sforzo congiunto da parte di tutti gli stakeholders (consumatori, imprese, istituzioni, forze dell’ordine) per combattere quelle pratiche criminali che pervadono l’ambiente virtuale Occorre, in tal senso rinsaldare la fiducia in questo settore, attraverso un consolidamento della certezza del diritto e della sicurezza delle transazioni, al fine di garantire un corretto sviluppo del commercio elettronico nel rispetto dei diritti dei consumatori.

Due sono le tipologie di truffe via Internet che hanno assunto recentemente proporzioni preoccupanti: quelle legate all’offerta di servizi a valore aggiunto attraverso dialer installati abusivamente nei computer degli utenti; quelle legate all’ambiente delle aste online.

A queste vanno aggiunti: il fenomeno spamming, detto anche fare spam, l’invio di grandi quantità di messaggi indesiderati (generalmente commerciali), che può essere messo in atto attraverso qualunque media, ma il più usato è Internet, attraverso l’e-mail; sul fronte delle truffe bancarie il fenomeno del phishing e la clonazione di bancomat e carte di credito.

I due incontri di Federconsumatori sono svolti nell’ambito del Progetto “Sicurezza a distanza”, realizzato con il contributo della Regione Emilia Romagna per i progetti sulla sicurezza previsti dall’art. 5 della L.R. 24/2003, in attuazione della deliberazione n. 490/2008 a favore degli Enti locali, Associazioni e organizzazioni di volontariato.