parcheggi_pagamentoCon una scelta volta a sostenere l’afflusso al centro storico e a incentivare gli affari per i commercianti, l’amministrazione comunale di Finale Emilia ha deciso di ridurre il numero dei parcheggi a pagamento: degli attuali 126 ne resteranno soltanto 75, tutti concentrati tra piazza Garibaldi, piazza Baccarini e via Trento Trieste.

Tornano così regolati da disco orario i posteggi di via Mazzini, via Nazario Sauro, via Saffi e Corso Cavour.

L’operazione – studiata dall’assessore al centro storico Fernando Ferioli, in collaborazione con le associazioni di categoria e il comitato commercianti che conta 110 iscritti – permetterà al Comune di risparmiare circa 40 mila euro nella convenzione stipulata con Input, la società di Genova che segue la programmazione e la gestione dei parchimetri. I 40 mila euro sono già stati destinati al fondo di aiuto sociale per sostenere gli interventi anti-crisi per le famiglie in difficoltà.

“Il nostro – spiega l’assessore Ferioli – vuole essere un segnale che va in due direzioni. Innanzitutto cerchiamo di contrastare lo strapotere dei centri commerciali, ormai diventati meta di pellegrinaggio, a favore dei commercianti del centro storico. Ma la riduzione dei parcheggi a pagamento si inserisce anche in un piano più ampio di rilancio di Finale, in questi mesi di crisi ancora più difficile, ma già avviato con la ristrutturazione del Castello, il rifacimento dell’illuminazione di piazza Verdi che culminerà poi con i prossimi lavori di riqualificazione dell’intero centro nel 2010/2011. Molti dei punti che mi ero prefissato tre anni fa, assumendo l’incarico di questo assessorato, si stanno ora concretizzando. Miriamo ad avere più rotazione in centro storico, anche a fronte di una completa rivisitazione dell’introito parcheggi, abbattendo i costi, razionalizzando il numero dei posti a pagamento e passando a un accordo a percentuale, che non significherà forzatamente una diminuzione degli incassi per il comune”.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013