Torna il libertà il romeno di 41 anni alla guida sotto l’effetto dell’alcol e arrestato dai carabinieri di Todi dopo l’incidente stradale di ieri sera che lo ha visto coinvolto e che ha portato alla morte di un 16enne e al ferimento di un 15enne. Il sostituto procuratore, Gabriele Paci, infatti, ha deciso di non chiedere la convalida del fermo nei confronti dello straniero per la mancanza dei presupposti di legge. L’incidente, sulla cui dinamica sono ancora in corso accertamenti, è avvenuto in località Pesciano. Lo straniero si trovava alla guida di una Fiat Uno che si è scontrata con il ciclomotore a bordo del quale viaggiavano i due giovani. In seguito al violento impatto, Riccardo Fiaschini, 16 anni, residente ad Avigliano Umbro, è deceduto sul colpo mentre l’amico, Giacomo Rossi, 15enne, anch’egli residente ad Avigliano Umbro, ha subito lesioni gravi per le quali è stato ricoverato in prognosi riservata presso l’Ospedale di Terni.

 I successivi accertamenti hanno portato ad appurare che il rumeno si trovava alla guida in stato di ebbrezza, con un tasso alcolemico di 1, 54 g/l e che non aveva mai conseguito la patente di guida. Il mezzo sul quale viaggiava, inoltre, e’ risultato non revisionato.

 

Fonte: Adnkronos



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013