Terza edizione della Festa del Racconto a Carpi


Dopo il successo delle scorse edizioni, la terza stagione della Festa del Racconto, come sempre legata al Premio letterario nazionale Arturo Loria, si presenta ancor più ricca di incontri, dai quali emergerà come la struttura della narrazione breve possa ritrovarsi negli ambiti artistici più differenti.

Letture, dibattiti, rappresentazioni teatrali, appuntamenti con scrittori, momenti musicali, danza e cinema animeranno la tre giorni che, dal 3 al 5 ottobre, si snoderà lungo vie, piazze, palazzi e giardini dell’affascinante centro storico di Carpi, città non solo cornice, ma indispensabile protagonista della manifestazione. Numerosissimi quest’anno i personaggi di indiscusso valore culturale, nazionale e internazionale, che incontreranno il pubblico, ospiti delle note ‘poltrone narranti’.

Quest’anno, tra le novità del programma, è stata invitata la casa editrice Nottetempo che negli ultimi anni ha saputo raccogliere attorno a sé importanti riscontri sia di pubblico che di critica.
Il successo delle poltrone verrà confermato da importanti incontrii: il dibattito della Poltrona Spiritualità tra il noto teologo Vito Mancuso e l’esperto di genetica Edoardo Boncinelli, entrambi docenti dell’Università San Raffaele di Milano, per mettere a confronto due prospettive differenti in merito al tema dell’anima e il suo destino; la Poltrona matematica con uno degli intellettuali più graffianti del panorama italiano odierno: Piergiorgio Odifreddi; la messa in scena delle Operette morali di Leopardi da parte di Gigio Brunello con il suo ‘teatro degli oggetti’; gli interventi e lo spettacolo del grande interprete Marco Baliani, il quale ha tratto dal saggio del celebre teologo Ernst Bloch l’omonimo spettacolo “Tracce”. La proposta teatrale prosegue con la rappresentazione di Erri e Aurora De Luca, che affronterà il tema dell’emigrazione attraverso la poesia di grandi autori quali Zvetaeva e Hikmet; con il suo teatro di strada fatto di smorfie, gesti e rumori, Andrea Bugnera, porterà in scena una semiseria rappresentazione dei Dieci comandamenti e della Rivoluzione francese.

Una delle più significative innovazioni di questa edizione, il particolare rilievo dato al cinema, troverà spazio nel nuovissimo Auditorium della Biblioteca Multimediale dedicata a Loria: la settima arte sarà celebrata con due incontri ad indiscussi protagonisti della scena cinematografica,Tonino Guerra e Carlo Mazzacurati, a quali sarà dedicata una vera e propria rassegna con omaggi e proiezioni non stop.
Il momento dell’umorismo e di critica sociale sarà affidato all’incontro con la mordace satira di Enrico Vaime, intervistato da Bruno Gambarotta.
Altro tema indagato quello della donna: dal suo rapporto con i sentimenti a quello con la maternità.
Quest’ultimo aspetto emergerà dal dibattito tra le scrittrici Letizia Muratori e Anilda Ibrahimi che cercheranno di indagare come la femminilità si declini diversamente a seconda delle differenti culture mentre Barbara Alberti, Céline Curiol e Lidia Ravera discuteranno il concetto stesso di amore e le sue mutazioni nelle diverse età della vita. La Poltrona Amorosa sarà poi presieduta da Benedetta Cibrario, vincitrice con “Rossovermiglio” del Premio Campiello 2008 e da Philippe Forest, scrittore tra i più originali del panorama europeo.

Oltre al consueto Premio Loria per l’inedito, valorizzato, durante la premiazione, da un reading fuori programma in cui verranno proposti i racconti finalisti, quest’anno il Premio Speciale della Giuria verrà assegnato a Francesco Guccini che leggerà un racconto tratto dalla sua raccolta ‘Icaro’. Le iniziative per riscoprire ed approfondire la figura di Arturo Loria proseguiranno con l’incontro tra Guido Conti, il nipote Stefano Loria e Silvia Tomasi, che allo scrittore carpigiano ha dedicato una biografia.
Confermati anche gli eventi molto apprezzati dal pubblico nelle scorse edizioni: dalla Poltrona Multietnica con l’egiziana Ingy Mubiayi, le storie dei giovani narratori italiani Alen Custovic, Gabriele Dadati e Luca Randazzo, alle letture di noti autori quali Frida Kahlo e Diego Rivera, Michel Foucault, Anna Basso e Andrea Moretti, proposti da Ginevra Bompiani e i laboratori creativi curati dallo scrittore Davide Longo e la celebre illustratrice Chiara Carrer.

Altri incontri interessanti sono quelli di ‘Rileggimi’ legati alla circolazione dei libri usati tra vari lettori e la possibilità di acquistare un libro da donare alla nuova Biblioteca Multimediale A.Loria.
Gli spazi musicali saranno affidati ai Sulutumana, vincitori del premio Tenco nel 2000, i quali proporranno un percorso tra musica e i versi di Marinetti, Palazzeschi, Prévert, Apollinaire e lo spettacolo di Paola Turci e Giorgio Rossi.
Questa terza edizione si propone con i suoi 37 eventi, di offrire ad un pubblico ancor più numeroso dell’anno precedente una serie di approfondimenti culturali di assoluta qualità e rilievo, per far godere della letteratura non solo chi già la ama, ma anche per coinvolgere chi non è un frequentatore abituale di queste rassegne.
Anche da questo, dunque, la pluralità dei linguaggi presi in considerazione, ma anche il desiderio che ogni spettatore possa creare e rivendicare la fruizione a lui più congeniale, creando percorsi e contaminazioni originali e personali. Per rendere la letteratura non una specialità per esperti, ma qualcosa di vivo da portare, e incontrare, lungo le strade stesse delle nostre città.