Carpi, T-Red, l’Assessore alla Polizia municipale risponde al Codacons


L’assessore alla Polizia municipale Carmelo Alberto D’Addese replica ad alcune dichiarazioni del vicepresidente regionale dell’associazione Codacons, riportate nei giorni scorsi dalla stampa.

Ho preso visione dell’articolo nel quale il Codacons lamenta la mancata consegna da parte dell’amministrazione comunale di Carpi di dati relativi al nominativo della ditta che ha fornito l’impianto T-red installato all’incrocio tra la Tangenziale Losi e il piazzale delle Piscine. Come mi ha confermato la Comandante della Polizia municipale delle Terre d’argine Maria Luigia Raineri si precisa che la risposta richiesta dall’associazione è stata spedita dalle Poste di Carpi il giorno 14 luglio 2008: è stato lasciato avviso il giorno 15 luglio della raccomandata con avviso di ricevimento ma NESSUNO di Codacons è andato a ritirarla all’ufficio di Poste Italiane, che l’hanno così rinviata al mittente, cioè al Comando, per compiuta giacenza il 22 agosto. La busta mai ritirata conteneva la delibera di Giunta n.102 del Comune di Carpi, la delibera n.36 dell’Unione Terre d’argine e la Determina 374 della stessa Unione dalla quale si evinceva chiaramente il nome della ditta che ci consentiva l’utilizzo a titolo di comodato gratuito dell’apparecchiatura. Rimandiamo dunque al mittente le accuse gratuite e infondate del vicepresidente regionale di Codacons.