‘Muoviti Muoviti’: 1700 bambini coinvolti domani a Carpi


Domani, giovedì 15 maggio, alla pista di atletica cittadina si terrà l’atto conclusivo del progetto Muoviti Muoviti, che ha coinvolto prime e seconde classi delle scuole primarie e anche alunni delle materne: complessivamente hanno partecipato ben 1251 bambini e bambine delle scuole primarie e 426 alunni delle scuole dell’infanzia.

Domattina, dalle ore 9.15, l’assessore comunale allo Sport e Benessere Carmelo Alberto D’Addese sarà presente alla pista di atletica per incontrare studenti e insegnati delle scuole che hanno partecipato al progetto e che si punta a riproporre anche nel 2008-2009, visto il successo ottenuto.

L’iniziativa è stata promossa dalla Consulta Sport e Benessere, dagli assessorati a Sport e Benessere, Politiche scolastiche e Politiche sociali del Comune in collaborazione con Uisp e Csi e con gli istituti interessati. Il progetto si propone di sviluppare e potenziare l’educazione motoria e di avviamento alla pratica sportiva dei piccoli dai 5 ai 7 anni, attraverso qualificati istruttori ed educatori sportivi con esperienza formativa, sportiva e socio-pedagogica certificata, provenienti dalle società e da enti sportivi del nostro territorio, che hanno affiancato gli insegnanti durante le lezioni scolastiche di educazione motoria o in piscina. Inoltre il progetto intende migliorare l’integrazione tra alunni italiani e stranieri, diversamente abili e non, infine il rispetto delle regole.

L’attività ludico-motoria proposta per un’ora alla settimana e per venti settimane è stata propedeutica a un percorso di conoscenza e avvicinamento dei bambini e delle bambine a tutte le discipline, dal volley alla danza, dal basket al karate, allo yoga. I dati raccolti da ottobre ad oggi nel corso el progetto saranno poi utili alle società sportive cittadine per programmare al meglio l’attività rivolta ai bambini. Tra l’altro buona parte degli alunni coinvolti in Muoviti Muoviti già praticano uno sport, calcio e nuoto soprattutto i bambini, nuoto e danza in primis le bambine.