Situazione meteo: ancora temperature abbondantemente superiori alla media


Quest’oggi il nostro osservatorio segnava una minima di 6°C, e con la copertura anche il campus è su valori simili, 5.8°C, valori addirittura superiori alla media delle massime! E dire che questi dovrebbero essere i giorni più freddi dell’anno: la media delle minime 1971-2000 sarebbe di 0.8°C, ma in passato era normale, in questo periodo, vedere temperature minime a 2 cifre, cioè sotto i -10°C. La causa meteorologica sta nell’aria mite e umide che affluisce dall’Atlantico e dal Mediterraneo a seguito delle correnti da S-SW che precedono una perturbazione. Questa perturbazione porterà maltempo sulle Alpi mentre in una prima fase il Modenese sarà protetto dall’Appennino, ma nella fase finale, fra sabato e domenica, transiterà, veloce, una depressione.

Oggi, giornata grigia ovunque per nubi basse e strati umidi che risparmiano in parte le cime.
Domani le nubi si fanno più fitte e compatte, soprattutto sul crinale e versante Toscano, mentre nel settore padano potranno diradarsi o assottigliarsi in parte per effetto delle correnti da SW. Di conseguenza, le precipitazioni diverranno diffuse lungo il crinale, ma nevose solo sulle cime o, a fatica, oltre i 1600-1800 m, mentre in collina e pianura vi saranno solo occasionali piovaschi.
Questa situazione prosegue sabato, e solo sul finale, brevemente, potrebbero temporaneamente estendersi le precipitazioni e scendere un’effimera neve fino a 1200 m circa, lasciando posto a un lento miglioramento domenica.

(Fonte: Osservatorio Geofisico Modena)