La Provincia domani al mercato di Mirandola


Parte da Mirandola il ciclo di incontri con i cittadini, le istituzioni e il mondo economico locale che la Giunta della Provincia di Modena ha programmato nei sei distretti per presentare i risultati dei primi tre anni di attività. Il primo appuntamento è domani, sabato 8 settembre, a partire dalle ore 9, al mercato settimanale, dove il presidente Emilio Sabattini, il vicepresidente Maurizio Maletti e altri assessori saranno presenti con un punto informativo per illustrare l’attività svolta.


Lunedì 10 settembre, alle 9,30, nella Sala Granda del Municipio, in piazza Costituente 1, invece, è in programma il convegno “La Provincia del fare”, incentrato sulle politiche sviluppate nel distretto di Mirandola. Il convegno, aperto da un saluto del sindaco Luigi Costi, sarà aperto dalla proiezione del filmato “Innovando_07”, una sorta di viaggio per immagini attraverso il lavoro svolto dai servizi della Provincia nei vari settori di attività: dalla viabilità alla scuola, dal lavoro all’economia, dal turismo e cultura al welfare. Seguirà l’intervento di Gianni Cavicchioli, assessore a Lavoro, Politiche giovanili e Immigrazione, che presenterà alcuni dati riepilogativi sulle politiche attuate dalla Provincia nell’area Nord.

Per il distretto di Mirandola – che comprende anche i Comuni di Camposanto, Cavezzo, Concordia, Finale, Medolla, San Felice, San Possidonio e San Prospero – la Provincia, per esempio, ha programmato dal 2004 a oggi politiche a sostegno delle imprese, erogando contributi per circa tre milioni e mezzo di euro. Altri cinque milioni e 200 mila euro sono stati destinati al settore agricolo (le imprese attive sono 1.896, con 2.907 addetti). Ammontano, inoltre a 700 mila euro i contributi per l’ambiente, per la gestione dei rifiuti e le risorse idriche.

Il dibattito sarà concluso dall’intervento del presidente della Provincia Emilio Sabattini. L’incontro sarà presieduto da Palma Costi, assessore provinciale agli Interventi economici, Innovazione e Pari opportunità.